Economia

FMI: “Il debito dell’Italia è troppo alto, serve un piano credibile” 

di  Redazione  -  18 Ottobre 2019

“L’Italia continua ad avere un problema di debito troppo elevato e quello che serve è un piano credibile nel medio termine”. Lo ha detto Pol Thomsen, responsabile del Dipartimento europeo del Fmi, sottolineando anche come il nostro Paese soffra di una “crescita molto bassa da decenni e continui a mostrare problemi fondamentali di bassa produttività”.

Tra le misure necessarie all’Italia, l’Fmi sottolinea l’andare avanti nella riforma del mercato del lavoro e ammodernare la pubblica amministrazione.

“Escalation Dazi e Brexit mettono a rischio la ripresa dell’Eurozona”

“L’escalation delle tensioni commerciali insieme alla Brexit mettono a rischio la ripresa europea”, ha detto ancora Pol Thomsen. “Siamo preoccupati dai recenti sviluppi”, ha aggiunto, spiegando come la spirale dei dazi può compromettere gli sforzi per contrastare il rallentamento dell’economia del vecchio Continente.

Draghi: “Rischi considerevoli da tensioni commerciali, preservare scambi”

“L’ambiente internazionale continua a presentare rischi considerevoli, con l’ulteriore escalation delle tensioni commerciali e l’aumento dei rischi geopolitici. È necessaria una cooperazione multilaterale per ridurre gli attriti commerciali e mitigare i rischi di gravi perturbazioni dell’attività economica globale e della stabilita’ finanziaria”. Lo ha affermato il presidente della Bce, Mario Draghi. “Preservare l’apertura è fondamentale se l’economia globale deve prosperare e garantire il suo potenziale di crescita”, ha aggiunto.