cronaca

Caos sui seggiolini anti-abbandono, in arrivo un emendamento per posticipare le multe

di  Redazione  -  8 Novembre 2019

Ieri, 7 novembre, è entrato in vigore il provvedimento che ha reso obbligatori i seggiolini anti-abbandono, che serve e a prevenire le possibili dimenticanze dei genitori che viaggiano in macchina con bambini da 0 a 4 anni. Chi non si adeguerà potrebbe incorrere in sanzioni fino a 326 euro, e potrebbe vedersi anche decurtata la patente di 5 punti.

Il problema principale

Uno dei problemi dell’obbligo che è appena entrato in vigore è rappresentato dal fatto che il provvedimento riguarda 1,8 milioni di bambini, ma da qui a Natale saranno disponibili sul mercato solo 250mila seggiolini. Ma non è tutto. Molte famiglie non sono state informate, e non sanno nemmeno dove trovare i dispositivi, che nel giro di 24 ore, come ha scritto anche ‘La Stampa’, risultano già esauriti nei negozi. L’alternativa è reperirli online.

Le multe

In teoria le multe sarebbero dovute scattare da marzo, anche perché per agevolarne l’acquisto nel decreto Fiscale il governo ha previsto un fondo e il riconoscimento di un contributo economico di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato. Ma il decreto Fiscale che disciplina le modalità per l’erogazione del contributo deve essere ancora approvato.

La ministra De Micheli

Per questo la ministra dei Trasporti De Micheli ha da una parte rivendicato l’importanza “di una legge sacrosanta e di civiltà”, dall’altra ha assicurato “piena disponibilità del governo e dell’intera maggioranza a intervenire per posticipare l’applicazione delle sanzioni. Presto sarà pronto anche un emendamento per ottenere il rimborso di 30 euro. Conservate le ricevute”. ( Fonte Fanpage)