cronaca

Nuovi casi di pedofilia, risarcimenti fino a 4 miliardi di dollari

di  Redazione  -  3 Dicembre 2019

Nuovi casi di pedofilia, risarcimenti fino a 4 miliardi di dollari. Le recenti norme che hanno esteso la prescrizione in 15 Stati hanno di fatto permesso l’emersione di 5.000 possibili cause in tutto il Paese.

Chi non ricorda “Spotlight”, il film che metteva su pellicola la straordinaria inchiesta giornalistica del Boston Globe sugli abusi sessuali dei preti cattolici in America.

Diciassette anni dopo lo scoop, la Chiesa cattolica Usa non è ancora uscita da quel pantano. Ora, con lo spuntare di nuovi casi documentati dall’Associated Press, rischia risarcimenti astronomici: fino a quattro miliardi di dollari. L’esorbitante cifra è dovuta alle nuove norme adottate l’anno scorso da 15 stati, tra cui New York, New Jersey, California e il distretto di Colombia.

Nuovi casi di pedofilia

Le nuove cause sono circa 5000. Un vaso di Pandora che rischia di mettere economicamente in ginocchio la Chiesa americana mentre dallo stato di New York arrivano indiscrezioni secondo cui il vescovo di Buffalo, Richard Malone, messo sotto inchiesta dalla Santa Sede perché sospettato di aver coperto delle molestie, sta per dimettersi prima della fine del mandato. Il Vaticano aveva inviato ad indagare su Malone il vescovo di Brooklyn, Nicholas DiMarzio, a sua volta finito sotto accusa per atti di pedofilia da lui smentiti.

Le parole dei protagonisti

«Il pubblico è più disgustato che mai per gli abusi e le coperture e questo finirà per avere ripercussioni nei verdetti». Ha detto Mitchell Garabedian, l’avvocato di Boston che 17 anni fa aiutò il Boston Globe a portare in luce lo scandalo. E’ impossibile fare dei calcoli, anche se alcuni legali si spingono a stimare i risarcimenti in 350.000 dollari a vittima. Tra gli altri fattori in grado di spingere al rialzo i risarcimenti individuali sono l’indignazione per le molestie sessuali riaccesa dal movimento #meToo. Ma soprattutto dall’esplosivo rapporto di un gran giurì della Pennsylvania. Il quale lo scorso anno ha riportato alla luce oltre un migliaio di abusi da parte di 300 preti nell’arco di sette decenni. Dopo il dossier della Pennsylvania i procuratori di una ventina di Stati hanno promosso inchieste indipendenti.

.