Italia

Expo2020: con ASvis Italia porta a Dubai l’Agenda 2030

di  Redazione  -  4 Dicembre 2019

Expo2020. Il Commissariato Generale dell’Italia a Expo 2020 Dubai e l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS) hanno definito una partnership scientifica e culturale a sostegno delle iniziative collegate allo sviluppo sostenibile durante l’Esposizione Universale che si svolgerà a Dubai da ottobre 2020 ad aprile 2021.

Il Commissario Paolo Glisenti e il presidente dell’ASviS Pierluigi Stefanini hanno sottoscritto un protocollo d’intesa con cui le rispettive organizzazioni si impegnano a collaborare per promuovere il “modello italiano” nell’attuazione dell’Agenda 2030, la progettazione di iniziative e individuare progetti sociali, scientifici, educativi e culturali innovativi sui temi scelti per la partecipazione italiana a Expo 2020 Dubai.

Il Commissariato intende promuovere – anche in collaborazione con l’ONU – iniziative, come dibattiti e incontri, sulle questioni della gestione dell’acqua, della tutela della biodiversità, dell’economia circolare, stimolando la partecipazione attiva anche delle scuole, delle Università, dei centri di ricerca, delle comunità nazionali e internazionali nei territori e nei Paesi del Mediterraneo e del Mediterraneo allargato.

“ASviS è un Partner strategico per noi – ha dichiarato il Commissario per l’Italia a Expo 2020 Dubai, Paolo Glisenti – poiché coinvolgerà l’intera rete delle associazioni, delle imprese e della società civile che ASviS guida in un confronto di esperienze sui modelli di sviluppo sostenibile legati oggi ad una visione olistica degli aspetti economici, culturali, educativi e sociali”.

Insieme con l’ASviS, la più grande rete italiana di associazioni della società civile creata per diffondere la cultura della sostenibilità e la conoscenza dell’Agenda 2030, verranno identificate alcune aree tematiche, tra cui l’educazione allo sviluppo sostenibile e la cooperazione interuniversitaria nazionale e internazionale per il raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030. Per ognuna di queste, spiega il Commissariato italiano per l’EXpo di Dubai 2020, verranno individuati i progetti, le attività formative e imprenditoriali che attivano modelli di Global Partnership tra istituzioni, università e imprese. I progetti verranno selezionati in base alla qualità dei partenariati coinvolti con l’obiettivo di promuovere il ruolo scientifico, produttivo e culturale dell’Italia nel Mediterraneo e nel Mediterraneo allargato.

“L’ASviS è onorata di fare la sua parte per valorizzare l’esperienza italiana all’Esposizione Universale”, commenta il Presidente dell’ASviS Pierluigi Stefanini. “Nell’ambito dell’accordo definiremo insieme al Commissariato un calendario di eventi e iniziative con l’obiettivo di costruire un percorso di comunicazione, discussione e confronto in occasione di Expo 2020 Dubai. Nell’ambito di questa collaborazione, l’Alleanza organizzerà una conferenza internazionale sullo sviluppo sostenibile e affiancherà il Commissariato nell’individuazione delle migliori pratiche nazionali e internazionali sui temi dell’Agenda 2030”.

La collaborazione tra l’ASviS e il Commissariato italiano farà sì che la partecipazione dell’Italia ad Expo 2020 Dubai diventi un’occasione di conoscenza condivisa sul tema dello sviluppo sostenibile. A tal fine verrà coinvolto il mondo accademico e realtà imprenditoriali italiane, favorendo gemellaggi e scambi di buone pratiche internazionali, con particolare attenzione all’area del Mediterraneo allargato.

.