cronaca

Altopascio, si dà fuoco per evitare lo sfratto: gravissimo 42enne

di  Redazione  -  13 Gennaio 2020

Altopascio, si dà fuoco per evitare lo sfratto: gravissimo 42enne. Mattinata drammatica ad Altopascio: un uomo di 42 anni si è dato fuoco durante l’esecuzione dello sfratto dal suo appartamento, riportando gravi ustioni e provocando un incendio che ha devastato l’immobile. Evacuate diverse famiglie.

Un uomo di 41 anni, che doveva subire lo sfratto dall’appartamento in cui vive, in corte Panattoni, ad Altopascio, in provincia di Lucca, per protesta si è dato fuoco.

Rimanendo gravemente ustionato e causando un principio d’incendio dell’abitazione.

Le prime ricostruzioni

Secondo una prima ricostruzione si sarebbe cosparso di un liquido infiammabile, un gesto estremo che lo ha gravemente ustionato. L’uomo, di origini brasiliane, è stato portato d’urgenza con l’elisoccorso Pegaso all’ospedale di Cisanello, a Pisa, dove è arrivato in codice rosso. Sul posto i vigili del fuoco di Lucca che hanno spento l’incendio ed evacuate alcune famiglie della palazzine, vicine dell’uomo. I carabinieri stanno indagando sull’accaduto. Intervenute anche le ambulanze e l’elisosccorso Pegaso che ha trasportato l’uomo a Cisanello.

Il fatto

Erano circa le 11:00 di lunedì mattina quando alla porta dell’appartamento al piano terra della palazzina si sono presentati gli ufficiali giudiziari accompagnati da una pattuglia dei carabinieri per dare esecuzione allo sfratto dietro richiesta del tribunale. L’inquilino ha aperto e poi con una scusa si è allontanato in una stanza sul retro e qua, secondo una prima ricostruzione di fatti, si sarebbe cosparso di liquido infiammabile e dato fuoco. Da verificare se l’uomo possa aver aperto anche il gas della cucina: sembra ci sia stata anche un’improvvisa fiammata che ha avvolto gli arredi ed il solaio.

I soccorritori

I primi a soccorrere il 42enne sono stati i vicini di casa che, dopo aver spento le fiamme che lo avvolgevano, hanno chiamato i vigili del fuoco e il 118.

.