Agropoli, marito e moglie morti in casa. Omicidio-suicidio?

Pubblicato il

Agropoli, marito e moglie morti in casa. Omicidio-suicidio?

Agropoli, marito e moglie morti in casa. Omicidio-suicidio? Lui di 63 e e lei di 43 anni trovati senza vita. Tra le ipotesi quella di un omicidio-suicidio.

Drammatica tragedia nella cittadina di Agropoli, in provincia di Salerno. Marito e moglie sono orrendamente trovati senza vita all’interno della loro abitazione.

Vincenzo Carnicelli, uomo di 63 anni, e Annalisa Rizzo, donna di 43 anni, giacciono immobili nella loro dimora. Sul posto sono giunti i carabinieri di Agropoli per condurre le indagini.

Ma nessuna pista  è esclusa, soprattutto quella dell’omicidio-suicidio. I soccorritori del 118, arrivati poco dopo la scoperta macabra, non hanno potuto fare altro che confermare il tragico destino dei due coniugi.

Il medico legale si è anche recato sul luogo per eseguire le prime analisi esterne sui corpi, i quali sembrano presentare segni evidenti di coltellate.

L’abitazione di queste due anime tormentate sorge nella via Gaetano Donizetti, ad Agropoli. Vincenzo, pizzaiolo di professione, era un uomo di 63 anni, mentre Annalisa, impiegata bancaria, aveva soltanto 43 anni.

Lasciano alle spalle la figlia minorenne. I vicini di casa hanno riferito di aver sentito grida provenire dall’appartamento intorno alle prime ore del mattino, seguite poi da un sinistro silenzio.

Oltre ai carabinieri e al medico legale, è arrivato sul luogo del ritrovamento anche il magistrato per l’apertura di un fascicolo. La Procura della Repubblica di Vallo della Lucania ha preso in mano la situazione.

Ha disposto il sequestro dell’abitazione e dei corpi delle due vittime. Gli anatomo patologi si appresteranno a svolgere le analisi dettagliate. Dalle prime indagini sembra che entrambi i corpi presentino segni inequivocabili di coltellate, una circostanza che ha portato gli investigatori a considerare l’ipotesi dell’omicidio-suicidio.

Tuttavia, gli inquirenti mantengono segreto massimo su tutte le informazioni raccolte. La madre della donna ha dato l’allarme questa mattina dopo che più volte non aveva avuto risposta alle sue chiamate disperate. Non è ancora chiaro se la giovane figlia minorenne fosse presente nella casa al momento della tragica vicenda.

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip

Modifica le impostazioni GPDR