ANCoDiS: nell’atto di indirizzo della Ministra Azzolina la vicedirigenza scolastica

di redazione
2 settimane fa
12 Gennaio 2021

ANCoDiS: nell’atto di indirizzo della Ministra Azzolina la vicedirigenza scolastica, una nuova visione della governance scolastica. Nei 10 punti dell’Atto di indirizzo politico-istituzionale per l’anno 2021 si legge una chiara “visione strategica” per un sistema scolastico che guarda ad un nuovo modello.

E’ quanto scrive Rosolino Cicero, responsabile di Ancodis, nel comunicato stampa sull’Atto di indirizzo firmato oggi dal ministro Azzolina e che riconosce “FINALMENTE il sistema scolastico è declinato in TUTTI gli aspetti.

Aspetti che ne determinano il funzionamento organizzativo, quello didattico e il funzionamento amministrativo a partire dalla sua “cellula vitale” che è la moderna scuola autonoma.

Il comunicato, poi, pone l’accento su quanto la stessa Ancodis scriveva un anno fa: “L’attenzione ed il rispetto per il lavoro delle figure di sistema impegnate sulla base di deleghe e conseguenti responsabilità è un dovere per lo Stato che non può non dare seguito all’art. 36 della Costituzione…”.

Preannunciando così, il riconoscimento per tutti gli operatori della scuola la qualità del servizio reso, la quantità del lavoro svolto ed il tempo impiegato per il suo  svolgimento.

“Oggi” -prosegue la nota- “i collaboratori dei dirigenti scolastici e tutte le figure di sistema prendono atto che, al paragrafo 5 dell’Atto si pongono in evidenza quattro parole-chiave non più censurabili nel dibattito politico e sindacale.

FORMAZIONE docente

“Continua coerente alle aree di rispettiva competenza, a partire dalla definizione di percorsi di formazione obbligatori; documentati in un sistema digitale che costituisce il portfolio delle professionalità”.

VALORIZZAZIONE e CARRIERA

Valutazione e carriera professionale del personale scolastico che “connoti il ruolo, dal momento della immissione fino al collocamento a riposo, su base meritocratica”.

Middle management

Area del MIDDLE MANAGEMENT “cui possano accedere, secondo modalità trasparenti, docenti capaci, per esperienza, professionalità e vocazione, di gestire attività complesse formalmente delegate.

Tra quelle di competenza del dirigente scolastico, anche al fine di determinare nuove e più compiute professionalità; che possano successivamente concorrere al ruolo della dirigenza scolastica con un bagaglio di esperienza organizzativa; e di sensibilità amministrativa maturato in tale nuova area professionale”.

Appare evidente che il riconoscimento del lavoro e del valore professionali del personale scolastico; e del middle management in particolare è “in campo” ed è ormai un tema ineludibile per tutti.

Infine, chiude il comunicato, i Collaboratori dei DS e delle Figure di sistema di ANCoDiS si augurano un pieno coinvolgimento nei prossimi tavoli di confronto; nei quali si porranno le basi per la definizione della moderna governance scolastica.

In un nuovo quadro normativo della funzione docente e nel rispetto dei ruoli e delle funzioni di tutte le sue componenti. L’ANCoDiS è l’Associazione che sostiene il riconoscimento giuridico e contrattuale dei Collaboratori dei DS e delle Figure di sistema che lavorano nelle autonome Istituzioni scolastiche.