Ancora un grave caso di malasanità al Sud

Ancora un grave caso di malasanità al Sud

10 Ottobre 2019

Condividi

Si presenta in ospedale e scopre che il figlio che porta in grembo è morto. É accaduto nell’ospedale di Vibo Valentia.

Protagonista della vicenda una donna di 32 anni, arrivata alla fase finale della gravidanza. Dal tracciato è però risultato che il bambino era già morto.

I fatti

I familiari della donna hanno riferito che il 26 settembre scorso la gestante si era sottoposta ad un controllo in ospedale e le condizioni del bimbo erano state giudicate normali.

Alla donna sarebbe stato detto, quindi, che a giorni sarebbe stata chiamata per effettuare il cesareo. Tuttavia fino a ieri mattina la gestante non ha avuto notizie.

E così ieri, insieme al marito, si è recata in ospedale per chiedere spiegazioni sui motivi del ritardo dell’intervento. A quel punto alla coppia, sempre a detta dei familiari, sarebbe stata comunicata l’impossibilità di procedere al parto cesareo per l’assenza di anestesisti e di tornare l’indomani, cioè oggi.

Nel frattempo, però, il bambino è deceduto.

Italia

SuperEnalotto, giocatore fortunato vince oltre 800mila euro: ecco dove Kevin Sacchi supera 1 milione su Instagram, ora il suo brand diventa un trend
leggi articoli di  Italia
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST calabria feautured malasanità medicina vibo valentia