Archie è in isolamento totale: mai visto bimbi da quando è nato

3 settimane fa
14 Luglio 2020
di redazione

Archie è in isolamento totale: mai visto bimbi da quando è nato. Baby Archie ha compiuto da poco 14 mesi, ma non avrebbe mai visto altri bambini, né avuto l’opportunità di giocare con loro. O meglio, poco tempo dopo la nascita ha incontrato i suoi cugini, i figli di William e Kate. Ma era ed è ancora troppo piccolo per esserne consapevole o per poter formare e trattenere un ricordo nella sua mente.

Meghan Markle sarebbe preoccupata da questa situazione e ne avrebbe parlato con un amico di Los Angeles. A quanto pare, però, quest’ultimo avrebbe riportato la confidenza al Daily Mail. Da quando Harry e Meghan hanno lasciato Londra per Baby Archie la vita è cambiata.

Sempre soli

I Sussex, infatti, trascorrerebbero le loro giornate in un isolamento quasi totale, chiusi nella villa in California prestata dall’attore Tyler Perry. Certo, al momento i pericoli della pandemia non consentono di riprendere i ritmi di un’esistenza normale. Ma a quanto sembra dietro alla solitudine di Harry, Meghan e Baby Archie vi sarebbero anche altri motivi.

L’insider ha raccontato ancora al Daily Mail che i duchi si sentirebbero troppo esposti e fragili per fare una passeggiata al parco. O per affidare il figlio alle cure di un asilo nido. La paura e la diffidenza sarebbero il risultato della loro fama planetaria.

Da una parte essere riconosciuti per strada può far piacere, lusingare. Ma c’è anche l’altra faccia della medaglia. Ovvero il sospetto che le persone vogliano avvicinarsi con un secondo fine non sempre possibile da prevedere (dalle rivelazioni ai tabloid fino a piani criminali).

“Mommy and Me”

Questa incertezza risulterebbe deleteria per Baby Archie, poiché sarebbe lui a pagarne il prezzo più alto. La fonte ha aggiunto che Meghan Markle avrebbe avuto l’idea di iscrivere il bambino a una classe “Mommy and Me”. Si tratta di un appuntamento per far socializzare i bimbi al di sotto dei tre anni in presenza delle madri. E un’occasione per i genitori di conoscersi e stringere nuove amicizie.

La duchessa, però, nutrirebbe dei dubbi persino sul successo di questa strategia. Di nuovo, a fermare anche la realizzazione di questo proposito, si ripresentano due “spettri” già citati. Il coronavirus e il timore della popolarità che accompagna i Sussex. Secondo l’insider Meghan sa di essere “troppo famosa”. E questo condizionerebbe ogni sua scelta, ogni suo passo.

L’ex attrice non vuole che la sua fama diventi un ostacolo nella sua vita. Ma è consapevole del fatto che il rischio sia concreto. Le altre madri potrebbero provare soggezione nei suoi confronti, sentirsi a disagio, essere imbarazzate dalla sua presenza.

Sempre sotto scorta

Inoltre Meghan si sentirebbe costantemente minacciata. E questo la costringerebbe ad avere sempre accanto le guardie del corpo. Non proprio il massimo quando si vuole fare amicizia e vivere una vita libera e tranquilla.

Per ora Baby Archie gioca con i genitori e con la tata. Ma non potrà rimanere isolato ancora a lungo. Sono questi gli anni in cui il bambino dovrebbe iniziare a confrontarsi con i coetanei. Soprattutto in vista dei futuri primi giorni d’asilo e di scuola.

Meghan non ha tutti i torti. La pandemia è un evento reale e merita la dovuta cautela. Tuttavia anche la necessità di protezione per i duchi non è una questione da sottovalutare e tantomeno un capriccio.

I Sussex non sono persone qualunque e probabilmente non lo saranno mai. È normale, poi, che il principe Harry e Meghan temano per la privacy e l’incolumità della loro famiglia. In modo particolare per Baby Archie.

Tuttavia queste paure dovrebbero essere tenute sotto controllo con le dovute precauzioni. In modo da non danneggiare il bambino e non degenerare in paranoia. Harry e Meghan stanno sperimentando le difficoltà della loro nuova vita. E devono trovare delle soluzioni che si adattino alla loro particolare situazione.

Forse qualcuno dei fans starà pensando a un ritorno nel Regno Unito per risolvere tutti i problemi. Del resto i reali di tutto il mondo hanno dei sistemi più “rodati” per cercare di proteggere la loro quotidianità e condurre una vita il più serena possibile.

Harry, Meghan e Baby Archie, invece, sono completamente soli. Non c’è la corte a difenderli. Per questo dovranno “studiare” un modo per vivere in sicurezza. E, nello stesso tempo, convivere con la loro popolarità. Senza esserne sopraffatti, imparando a lasciar andare quando è il caso. Fonte Ilgiornale.it