Arpaia: muore a 19 anni, donati gli organi


Arpaia: muore a 19 anni, donati gli organi

Arpaia: muore a 19 anni, donati gli organi. La lezione di umanità di Michele Monte. Il 19enne Michele Monte continuerà a vivere. Appena le macchine sono state staccate, tutti i suoi organi sono stati donati.

La donazione è stata fatta su espressa volontà di questo ragazzo di soli 19 anni che anche morendo lascia una lezione di umanità e di generosità a tutti noi.

L’avallo dei genitori e dei familiari

I genitori, la signora Giuseppina Landolfi, il signor Giuseppe Monte ed il fratello Agostino non potevano certo opporsi alla volontà e alla generosità del loro piccolo, grande Michele.

Forse, sapere che il loro figlio e fratello continua a vivere in altre persone darà loro anche una ragione per accettare un così crudele destino. Michele Monte è stato colpito da un aneurisma cerebrale congenito.

Per lui, le condizioni erano apparse subito disperate. Ma genitori, fratello, parenti , amici e i cittadini di Arpaia, in provincia di Benevento, in Valle Caudina, hanno continuano a sperare. A pregare e sperare. Poi nel primo pomeriggio di ieri è arrivata la notizia peggiore. Il gelo è calato su Arpaia.


Poco dopo, però, si è scoperto che Michele aveva espresso il desiderio di donare i suoi organi. Ed ancora una volta è stato chiaro quanto abbiamo da imparare dai nostri ragazzi.

Il gesto del 19enne salverà la vita a tante persone perché lui è riuscito a vedere lungo, a guardare oltre, ha capito che il dono, anche quello estremo degli organi, diventa un momento di speranza.

Il sogno del cuoco

Sognava di fare il cuoco Michele Monte. Da poche settimane, dopo gli studi all’istituto alberghiero, stava anche coronando questo sogno, accanto a suo fratello Agostino.

Un destino maledetto ha deciso diversamente. Michele è andato via, lasciando un dolore inimmaginabile nel cuore dei suoi genitori, di suo fratello e di tutti coloro che gli volevano bene. Ma lascia anche una grande lezione. Addio Michele ha vissuto troppo poco, ma i tuoi giorni sono stati tutti ben spesi sino all’ultimo minuto.



Condividi adesso


Redazione L'inserto

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip