Auto finisce contro muro e prende fuoco: muore 16enne, grave il fratello

di  Redazione
2 settimane fa - 14 Luglio 2021

Auto finisce contro muro e prende fuoco: muore 16enne, grave il fratello. Un ragazzo di 16 anni è morto in un drammatico incidente avvenuto a Villagrazia di Carini, in provincia di Palermo, nella zona del Bivio Foresta.

Una lancia Y è finita contro un muro e dopo una serie di carambole ha preso fuoco. A bordo c’erano due fratelli, che sono estratti dalle lamiere dai vigili del fuoco.

Per uno dei due, sedicenne, non c’è stato nulla da fare. L’altro fratello, che era alla guida, è stato trasportato all’ospedale Villa Sofia dagli operatori sanitari del 118 in gravi condizioni.

I medici del pronto soccorso si sono riservata la prognosi. Le indagini, intanto, sono minuziosamente condotte dai carabinieri della compagnia di Carini.

Dovranno stabilire la dinamica dell’incidente e risalire, eventualmente, anche a responsabilità diverse da quelle del guidatore dell’auto coinvolta nell’incidente.

Madre e figlia uccise a Lentini, svolta nelle indagini da videosorveglianza

Le indagini che hanno portato all’arresto di Adriano Rossitto per il duplice omicidio di due donne, madre e figlia, Francesca Oliva, di 89 anni, e Lucia Marino, di 56, sono scattate l’8 luglio scorso.

Quando medici del 118 sono intervenuti nell’appartamento di via Gorizia trovando il cadavere della cinquantaseienne in avanzato stato di decomposizione su un divano della sua abitazione.

Nell’appartamento non era presente l’anziana madre, che viveva con lei ed era irreperibile. La madre, in quelle che probabilmente erano state le ultime ore di vita della figlia, era stata ripresa da telecamere di alcuni sistemi di videosorveglianza vicini all’abitazione, mentre si allontanava insieme a Rossitto.

Il corpo dell’anziana era nascosto in una bara

Quest’ultimo ha fornito agli investigatori le indicazioni su dove si trovasse l’anziana. Il corpo, avvolto in una pellicola di plastica, era nascosto in una bara all’interno di un garage.

Rossitto avrebbe continuato a negare ogni coinvolgimento attivo nella morte delle donne, fornendo una serie di versioni ritenute non attendibili dalla Procura della Repubblica.

L’uomo è già stato coinvolto in passato in un’inchiesta relativa all’occultamento del cadavere di un anziano di Lentini che era stato trovato in un sacco mortuario nelle campagne circostanti al paese.

La Procura, inoltre, non esclude che le cause della morte possano essere state di natura violenta. I carabinieri stanno indagando per accertare l’eventuale coinvolgimento di complici nell’uccisione delle donne e nell’occultamento del cadavere dell’anziana.

Per permettere a militari dell’Arma del Reparto investigazioni scientifiche (Ris) di Messina di effettuare i necessari accertamenti tecnici, sono sequestrati gli immobili dove sono trovati i cadaveri, quelli nella disponibilità dell’indagato, e le autovetture in suo uso. La Procura ha disposto le autopsie.

Auto finisce contro muro e prende fuoco: muore 16enne, grave il fratello
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST carini Oggi