Bitonto. Inizia il processo per il naufragio della Norman Atlantic

6 giorni fa
15 Ottobre 2020
di redazione

Bitonto. Inizia il processo per il naufragio della Norman Atlantic. Inizia nell’ex Sezione distaccata di Bitonto il processo sulla Norman Atlantic.

La nave affondata nella notte tra il 27 e il 28 dicembre del 2014 dopo che a bordo era scoppiato un rogo mentre navigava al largo delle coste albanese.

L’incidente costò la vita a 31 persone e provocò anche il ferimento di 64 passeggeri.

Adesso sono circa 70 le parti civili, divise in tre diverse aule su due piani videocollegate per non creare assembramenti nel rispetto delle norme Covid.

All’ingresso tutti sono stati sottoposti a misurazione della temperatura con termoscanner e nelle aule vige l’obbligo di indossare le mascherine.

Alle 61 parti civili già costituite in udienza preliminare si sono aggiunte quelle dei ministeri dei Trasporti, dell’Interno, dell’Ambiente e della Protezione Civile. Sulla cui costituzione il Tribunale di Bari si è al momento riservato.

Sono 32 gli imputati nel processo

Ovvero Carlo Visentini della società Visemar, proprietaria del traghetto, i due legali rappresentanti della greca Anek Lines, noleggiatrice della nave, il comandante Argilio Giacomazzi, 26 membri dell’equipaggio e anche le due società.

I pm Ettore Cardinali e Federico Perrone Capano contestano agli imputati, a vario titolo, i reati di cooperazione colposa in naufragio, omicidio colposo e lesioni colpose plurime oltre a numerose violazioni sulla sicurezza e al codice della navigazione.

Tagli voli ALitalia all’aeroporto di Brindisi: interrogazione di Forza Italia

Oggi i deputati pugliesi di Forza Italia depositeranno alla Camera e al Senato un’interrogazione diretta al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti.

L’argomento saranno i tagli dei voli Alitalia all’aeroporto di Brindisi.

“Il taglio di voli operato da Alitalia ed altre compagnie da e per gli aeroporti di Brindisi e Bari costituisce un gravissimo danno per il nostro territorio, per la nostra economia e per la mobilità dei cittadini”

“Ma non basta perché il tema è di grandissima rilevanza. Dobbiamo sentirci tutti in prima linea e tutta la politica pugliese deve essere all’altezza. Senza distinzioni di colore politico, di fare quadrato e collaborare per raggiungere risultati”

“Ci auguriamo che, per amore della nostra terra i colleghi parlamentari sentano la necessità di superare le appartenenze politiche, indossando una sola maglia: quella della nostra Puglia”.

Mariagrazia Veccaro