Camion giù da viadotto della Salerno-Reggio Calabria: morte due persone

Un camion è precipitato dal viadotto dell’autostrada A2 Salerno-Reggio Calabria, tra gli svincoli di Campagna e di Contursi
di  Redazione
3 settimane fa - 1 Luglio 2021

Camion giù da viadotto della Salerno-Reggio Calabria: morte due persone. Un camion è precipitato dal viadotto dell’autostrada A2 Salerno-Reggio Calabria, tra gli svincoli di Campagna e di Contursi, nel territorio salernitano.

Due i morti accertati al momento. Non vi sarebbero altri veicoli coinvolti. Un tir è precipitato da un viadotto lungo l’autostrada A2 tra gli svincoli di Campagna e Contursi, in provincia di Salerno. Il conducente e un’altra persona sono morti.

Sono ancora in corso di accertamento le cause dell’incidente. Il conducente ha perso il controllo del mezzo precipitando dal Viadotto Tenza, al km 43,000. Sul posto sono presenti le squadre Anas, le forze dell’ordine, il 118 e i Vigili del fuoco.

Si registrano rallentamenti del traffico in direzione sud; al momento si transita lungo la corsia di emergenza.

De Luca: “Contagi di 18enni tornati da festa a Palma di Maiorca con variante Delta”

«In Campania abbiamo una presenza preoccupante di variante Delta. Abbiamo trovato alcuni ragazzi, di 18 anni, andati a una festa a Palma di Maiorca tornati positivi al Covid, variante Delta». Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a Sorrento (Napoli) per la tre giorni di Alis, associazione di logistica.

“Abbiamo 110 positivi in Campania, quasi tutti asintomatici. Però – ha continuato – due giorni fa abbiamo avuto due malati gravi, uno dei quali di 31 anni, finito in terapia intensiva. La variante Delta contagia in due-cinque secondi ed è particolarmente aggressiva per i più giovani».

Sui vaccini il governatore sfodera le opinioni già espresse più volte: «si è rotto il rapporto di fiducia tra cittadini e Stato e stiamo incontrando difficoltà in tutta Italia».

Intervistato da Bruno Vespa a Sorrento , spiega: «Ho avuto modo di direche sulla vicenda Astrazeneca stavamo minimizzando, che avrebbe cambiato tutto. E ha cambiato tutto, ma siamo obbligati a far finta che vada tutto bene».

La situazione vaccini a Napoli

De Luca esprime  «forte preoccupazione per la città di Napoli, dove registriamo una grande resistenza a vaccinarsi». «Quando la popolazione era disposta a vaccinarsi non avevamo le dosi, poi c’è stato il disastro comunicativo.

Disastro fatto dal Governo, dal Ministero della Salute e dal Commissariato, perché su Astrazeneca hanno dato 10 comunicazioni diverse. Quando si è rotto il rapporto di fiducia tra cittadini e Stato è evidente che la gente non ha più disponibilità a vaccinarsi.

Oggi siamo in una situazione grave che è ancora minimizzata, anche dal commissario. Ad esempio è detto che ci sarà il 5% in meno vaccinazioni, invece a luglio arriva il 40% in meno di dosi. Quindi  – conclude – le Regioni oggi non sono in grado di fare nuove vaccinazioni, ma devono limitarsi a fare la seconda dose per chi ha fatto la prima».

Camion giù da viadotto della Salerno-Reggio Calabria: morte due persone
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST Oggi