Carlo Formigoni, regista, trovato morto sugli scogli di Savelletri di Fasano

Il suo corpo è stato rinvenuto dai soccorritori nelle prime ore del mattino, dopo che i parenti e gli amici avevano lanciato l'allarme per la sua scomparsa

Pubblicato il

Carlo Formigoni, regista, trovato morto sugli scogli di Savelletri di Fasano

Carlo Formigoni, regista, trovato morto sugli scogli di Savelletri di Fasano. La notizia della sua morte ha gettato nel massimo sconforto amici e colleghi.

Il regista Carlo Formigoni è stato trovato senza vita sulla costa di Savelletri di Fasano, in provincia di Brindisi. Il suo corpo è stato rinvenuto dai soccorritori nelle prime ore del mattino, dopo che i parenti e gli amici avevano lanciato l’allarme per la sua scomparsa.

Carlo Formigoni aveva trascorso una giornata in spiaggia, ma non era rientrato a casa, e le ricerche avevano portato alla scoperta dei suoi effetti personali nei pressi di un lido.

Purtroppo, la triste conferma del suo decesso è giunta dopo diverse ore di ricerca. Gli amici e i colleghi del mondo dello spettacolo piangono la scomparsa di un grande professionista.

Il corpo senza vita del regista Carlo Formigoni è ritrovato dai vigili del fuoco impegnati nella zona da diverse ore insieme ai sommozzatori e agli uomini della capitaneria di porto e dei carabinieri.

Nonostante le perlustrazioni estese nei giorni precedenti, il corpo è stato probabilmente trascinato via dalla corrente, finendo sugli scogli del lato Nord a poche centinaia di metri dal luogo in cui l’uomo era stato visto per l’ultima volta.

La ricostruzione delle forze dell’ordine

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, l’uomo si era fatto accompagnare in taxi in zona con i suoi bagagli e poi si era gettato in acqua senza più emergerne. Attualmente, la salma è stata portata in ospedale per gli esami necessari.

La notizia della morte del regista Carlo Formigoni, originario della Lombardia ma da tempo residente a Ostuni in una masseria di Cisternino, ha sconvolto gli amici e i colleghi.

Il Teatro Pubblico Pugliese ha espresso il proprio cordoglio definendo Formigoni “inventore del Teatro Ragazzi e rappresentante della storia del Teatro in Italia”.

Il Teatro Pubblico Pugliese si unisce al dolore per la scomparsa di Carlo Formigoni, grande maestro del Teatro italiano che ha scelto la Puglia come casa e centro della sua preziosa attività.

La vita e la carriera

La sua vita e la sua carriera hanno attraversato il Berliner Ensemble, la sua dimora tra i trulli della Valle d’Itria, il Teatro del Sole a Milano e la fondazione del Teatro Kismet a Bari.

Il maestro Carlo Formigoni rappresenta una testimonianza di un percorso artistico unico nel suo genere, che ha creato un teatro personalissimo nel segno di Brecht e Bettelheim, il cui valore continuerà a restare vivo, autentico e vibrante.

Di origini mantovane, Formigoni ha trovato il suo sviluppo artistico a Berlino e Milano, dove nel 1971 ha fondato il Teatro del Sole. Dal 1979 si è stabilito in Puglia, dirigendo laboratori per giovani attori a Bari e contribuendo alla fondazione del Teatro Kismet, che lo ha portato a diffondere la pratica artistica nelle periferie urbane, recentemente anche nella Valle d’Itria.

Il maestro ha ricevuto importanti premi per la sua carriera, tra cui il riconoscimento dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro nel 2013 e il primo Premio alla carriera teatrale del Teatro Pubblico Pugliese nel 2021.

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip

Modifica le impostazioni GPDR