Casoria: rinvenuto in strada cadavere di un 54enne


Casoria: rinvenuto in strada cadavere di un 54enne

Casoria: rinvenuto in strada cadavere di un 54enne. Il cadavere dell’uomo è stato notato e segnalato da alcuni automobilisti di passaggio, dal momento che si trovava in un’aiuola spartitraffico, poco distante dal Multibit e dal megastore Decathlon.

La vicenda ha ancora molti aspetti oscuri che andranno chiariti nelle prossime ore. Il macabro ritrovamento del cadavere  di un uomo di 54 anni del posto è avvenuto nelle scorse ore, nel territorio di Casoria, sulla Circumvallazione Esterna di Napoli.

Gli investigatori sono lavoro per capire cosa è successo. Aperta una inchiesta

Sul luogo del ritrovamento sono arrivati i carabinieri, che hanno fatto effettuato tutti i rilievi del caso e hanno fatto partire le indagini per fare piena luce sulla vicenda.

L’Autorità Giudiziaria, intervenuta sul posto del ritrovamento, ha aperto una inchiesta sulla morte del 54enne. La salma è portata all’obitorio dell’ospedale San Giuliano di Giugliano, in provincia di Napoli, dove nei prossimi giorni sarà effettuata l’autopsia, che farà piena luce sulla cause della morte dell’uomo.

Da un primo esame esterno del cadavere, non sarebbero emersi segni evidenti di violenza, ma gli inquirenti al momento non escludono nessuna ipotesi e indagano in diverse direzioni.


Tetraplegico morto, ha realizzato il sogno della maratona a New York

Aveva un sogno, correre la maratona di New York. E lo scorso 6 novembre quel sogno, Franco Leo, 53 anni, tetraplegico dalla nascita, di Bellizzi, in provincia di Salerno, lo ha finalmente realizzato.

Spinto in carrozzella da suo fratello Dario, dopo anni di allenamento, quei 42 km e 195 metri li ha percorsi con la felicità nel cuore. Quel cuore che ieri sera ha smesso di sbattere.

“Te ne sei andato così.. in una sera di pioggia. E come avviene proprio nei giorni di pioggia, ci lasci sgomenti, infreddoliti, tristi. Ciò che mi rende sereno è che il cielo ha voluto regalarti, pochi giorni prima della tua fine, il tuo sogno tanto atteso – scrive il fratello sulla pagina Fb Sognoattivo.

Non trovo parole per descrivere il vuoto che lasci in ognuno di noi, ma, mi permetto ,il vuoto in me è immenso perché in questi ultimi due anni siamo più uniti che mai: tu la mente, io le tue gambe. I nostri allenamenti, i piccoli viaggi per poter partecipare alle varie maratone, le risate , le interviste, le fotografie”.

Fratello mio, te ne sei andato felice di aver trascorso dei giorni meravigliosi. Hai lasciato in tutti noi la voglia di non arrendersi mai – continua Dario – Sarai sempre con me, mi guiderai e mi darai la forza di portare avanti il sognoattivo di tanti altri ragazzi che hanno preso ispirazione dalla tua testa dura. Ti voglio bene Franco“.



Condividi adesso


Redazione L'inserto

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip