Catania: ammazza un 26enne a coltellate, arrestato a Milano

Un uomo di 36 anni è stato fermato dalle forze dell'ordine al binario 20 della stazione Centrale di Milano

7 Febbraio 2024

Catania: ammazza un 26enne a coltellate, arrestato a Milano

Catania: ammazza un 26enne a coltellate, arrestato a Milano. Un 36enne senza fissa dimora è finito in manette mentre tentava di salire sul treno per Ventimiglia.

Un uomo di 36 anni è stato fermato dalle forze dell’ordine al binario 20 della stazione Centrale di Milano mentre cercava di salire a bordo del treno delle 9:10 di ieri diretto a Ventimiglia, in provincia di Imperia.

Il sospetto, un senza fissa dimora, aveva attraversato l’intero paese in soli 48 ore dopo aver lasciato a morire un amico di 26 anni con cui aveva avuto un litigio.

Il giovane è stato trovato morto sulla strada a Paternò, in provincia di Catania, e sembrerebbe essere stato ucciso a coltellate dal sospetto.

Secondo l’accusa, il 36enne è l’autore dell’omicidio e i carabinieri di Milano sono stati informati dai colleghi di Catania che stanno indagando sul caso.

Il segnale del cellulare

Grazie al segnale del suo cellulare, che si era agganciato ad una cella telefonica di Milano, le forze dell’ordine sono state in grado di rintracciare il sospetto mentre cercava di partire per Ventimiglia.

Dopo aver agganciato la cella, il telefono è stato spento, ma i carabinieri sono stati comunque in grado di localizzare il sospetto appena prima che salisse sull’Intercity in partenza. La vicenda è ancora al vaglio delle autorità competenti per stabilire la dinamica dei fatti e giungere ad una risoluzione giudiziaria.

Il 36enne, che fino ad ora non era mai stato fotosegnalato, si occupava di bracciantato agricolo nella regione siciliana. Attualmente, gli investigatori stanno lavorando con il fine di comprendere la dinamica dell’omicidio, avvenuto verosimilmente nel pomeriggio di domenica.

Lo scopo è anche quello di identificare il movente che ha portato al delitto

Secondo le prime informazioni, i due individui hanno avuto una violenta discussione che è poi sfociata in una colluttazione. La lite è culminata in un assassinio con coltellate.

Con il giovane di 26 anni che ha subito le peggiori conseguenze e si è trovato accasciato sull’asfalto in una pozza di sangue. Successivamente, il 36enne ha abbandonato la Sicilia dirigendosi verso la stazione Centrale di Milano, per poi fuggire dall’Italia. (Immagine di repertorio)

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip