Home Cronaca Cervinara (Av): Arrestati gli autori dell’omicidio Zeppetelli

Cervinara (Av): Arrestati gli autori dell’omicidio Zeppetelli

20 Febbraio 2022 - 23:20

Cervinara (Av): Arrestati gli autori dell’omicidio Zeppetelli

Cervinara (Av): Arrestati gli autori dell’omicidio Zeppetelli. Li hanno presi. Hanno individuato il covo, il rifugio e li hanno arrestati. I carabinieri delle stazioni di Cervinara e San Martino Valle Caudina, in collaborazione con i colleghi di Avellino, dal primo pomeriggio di ieri, non hanno mai smesso di inseguirli.

Omicidio Zeppetelli

Stiamo parlando dei due giovani di Cervinara, Alessio Maglione, di anni 27 e Giuseppe Moscatiello, di anni 22, accusati di essere i responsabili del delitto del 40enne Nicola Zeppetelli, avvenuto davanti al suo circolo ricreativo a Joffredo di Cervinara, nel primo pomeriggio di ieri, sabato 19 febbraio.

A dare la notizia è stata edizionecaserta.net che così scrive. Maxi operazione dei carabinieri ad Arienzo, in provincia di Caserta. I carabinieri delle stazioni di Cervinara e San Martino Valle Caudina, in collaborazione con i colleghi di Avellino e di Maddaloni,  hanno fatto irruzione in un palazzo di via Caudarola, nei pressi del campo sportivo.

La strada è stata blindata da questo imponente spiegamento di forze dell’ordine. I carabinieri  hanno fatto irruzione in un palazzo e hanno arrestato due persone, ritenute responsabili dell’omicidio avvenuto ieri di Nicola Zeppetelli a Cervinara (AV). Sono stati sparati anche dei colpi di arma da fuoco. Almeno un paio.

A  quanto pare, gli spari sono stati esplosi in quanto i due hanno tentato una estrema fuga. Ma i carabinieri non si sono fatti sorprendere. Li hanno bloccati ed ammanettati. Ora sono presso il comando compagnia di Maddaloni, sempre in provincia di Caserta,  e poi sottoposti alle obbligazioni di rito.

Entrambi dovrebbero attendere, in una cella del carcere campano di santa Maria Capua Vetere, gli interrogatori di garanzia che si dovrebbero svolgere nelle giornate di martedì o mercoledì.

Sarà poi il Gip a decidere se dovranno attendere in carcere il processo o se potranno usufruire di misure alternative al carcere come pure sta avvenendo in tanti situazioni. Nel frattempo è sequestrata l’auto con la quale i due avevano raggiunto il luogo del delitto.

  • TAG :

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip

Continua la lettura