Chiara Ferragni nella bufera: discriminazione su Instagram, lei se ne frega

sei in  Gossip

2 mesi fa - 11 Agosto 2021

Chiara Ferragni nella bufera: discriminazione su Instagram, lei se ne frega. L’imprenditrice pubblica una foto della figlia in cui copre i capezzoli in linea con la policy del social. Che vuole censurati quelli femminili e liberi quelli maschili.

Un doppio standard più volte criticato, diventato oggetto di polemiche in passato. Che sembra tuttavia tollerato da Chiara Ferragni. Nonostante la sua influenza enorme e il fatto che la liberazione dei corpi rientri certamente tra i suoi valori.

È da sempre oggetto di dibattito il comportamento adottato sui social da Chiara Ferragni e Fedez. Che da anni ormai raccontano la loro vita attraverso un uso massiccio di storie e foto postate su Instagram

Nelle quali è perenne la presenza del figlio Leone e, solo da qualche mese, della neo arrivata Vittoria. Il tema suscita enorme interesse perché si riflette inevitabilmente sull’esperienza genitoriale di chi li segue.

Tanti difendono il diritto dei Ferragnez a fare sostanzialmente ciò che vogliono. Mentre altri si chiedono se sia corretto esporre così tanto i bambini, che diventano vere e proprie star senza deciderlo, dal primo giorno di vita.

Chiara Ferragni posta la foto di sua figlia censurando i capezzoli

Lateralmente a questo dibattito, negli ultimi giorni si è parlato di un’altra questione. Sulla quale è proprio Chiara Ferragni ad alfabetizzare un/una utente. La foto in questione vedeva ritratta proprio Vittoria, seconda figlia della coppia.

Nelle immagini pubblicate da Chiara Ferragni si vedono chiaramente i capezzoli della bambina coperti con animazioni ed emoticon a scopo censorio. È proprio lei a spiegare il motivo della scelta, riferendosi alla policy di Instagram: “Perché Instagram ha queste regole per le bambine, anche se neonate”.

Perché Instagram censura i capezzoli femminili

Torna quindi alla ribalta un tema più volte affrontato negli ultimi anni. Ovvero il doppio standard di Instagram che consente la pubblicazione di foto di capezzoli, ma solo se maschili. Una policy che ha portato a varie forme di contestazione nel corso del tempo

Ad esempio il movimento #freethenipple, o l’account Genderless Nipples, che pubblica foto di capezzoli in primo piano. Ritratte in modo che non si comprenda quale è di donna e quale di uomo. Quanto alle motivazioni della differenza tra capezzoli maschili e femminili

Nelle linee guida della community Instagram si legge a proposito delle immagini di nudo

Sappiamo che talvolta le persone desiderano condividere foto di nudo artistiche o creative ma, per svariati motivi, il nudo non è ammesso su Instagram. Questo riguarda foto, video e alcuni contenuti creati digitalmente che mostrano

Rapporti sessuali, genitali e primi piani di natiche completamente nude. Riguarda anche foto di capezzoli femminili, ma sono permesse foto nel contesto di allattamento al seno. Parto e momenti successivi al parto

Situazioni correlate alla salute (ad es. in seguito a una mastectomia, sensibilizzazione sul cancro al seno o chirurgia di conferma del genere) o atti di protesta. Sono inoltre consentite le fotografie di quadri e sculture raffiguranti dei nudi.

La censura su Vittoria non vale per Leone

Questa regolamentazione pare essersi allentata di recente, contemplando eccezioni si ricorda il caso di una foto di Emily Ratajkowski del 2018. Al centro della questione resta la persistente sensazione di un doppio standard di Instagram. Che porta a casi singolari come quello di Chiara Ferragni che oscura i capezzoli della figlia Vittoria ma non, ad esempio, quelli di Leone.

Perché Chiara Ferragni non protesta?

E siccome il tema ha suscitato dibattito, sarebbe giusto estenderlo a Chiara Ferragni, che non si sta affatto invitando Chiara Ferragni a violare le regole e incentivare l’anarchia su Instagram. Sorprende però come si dimostri così ligia alla regolamentazione del social

Nonostante la sua enorme potenza di fuoco (e dunque influenza) e la lampante presenza di un tema come la liberazione del corpo. Da intendersi necessariamente in linea con l’impianto valoriale di cui Ferragni, e suo marito Fedez. Leggi anche qui

Si fanno portatori da sempre. Se un cambiamento deve arrivare, non può che passare attraverso quei personaggi di cui Instagram non può fare a meno: Chiara Ferragni è senza dubbio tra questi. Fonte Fanpage

Chiara Ferragni nella bufera: discriminazione su Instagram, lei se ne frega
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST chiara ferragni Oggi