Colto da improvviso malore, muore in una casa a luci rosse

di redazione
5 giorni fa
12 Gennaio 2021

Colto da improvviso malore, muore in una casa a luci rosse. E’ stata disposta l’autopsia sulla salma del 65enne di Capua. L’uomo, nella serata di ieri, è  trovato morto all’interno di un’abitazione di via Napoli a Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, nel rione Sant’Andrea dei Lagni.

La morte dovrebbe essere avvenuta per cause naturali. Ma magistratura e forze dell’ordine, nello specifico i carabinieri, intendono fare piena luce sull’accaduto. Vogliono comprendere cosa sia realmente avvenuto in quell’abitazione.

Visto che si trattava di una  casa di appuntamenti e dove all’interno c’erano due trans brasiliani. Sono in corso verifiche per comprendere se siano le stesse persone presenti al momento della tragedia.

I carabinieri della stazione di Santa Maria Capua Vetere, agli ordini del maresciallo Mario Iodice, hanno disposto il sequestro dell’appartamento e informato l’autorità giudiziaria.

La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, dal canto suo, ha disposto il sequestro della salma e il suo trasferimento all’istituto di medicina legale di Caserta. I trans brasiliani, invece, sono interrogati per ricostruire l’accaduto.

Può sembrare anomalo, ma nonostante i rischi della malattia pandemica, della trasmissione del virus. Le case a luci rosse continuano a funzionare. E’ come se i clienti non capissero che, in questo modo, il rischio del contagio è davvero altissimo.

Il fascino del proibito

Come spesso avviene in questi casi, il fascino del proibito ed il brivido del pericolo fanno la loro parte. Queste case di appuntamenti continuano a proliferare e riescono anche a sottrarsi ai controlli delle forze dell’ordine.

Naturalmente, vengono scelti centri affollati e popolosi proprio per passare, maggiormente, inosservati. A volte, sono i condomini a segnalare alle forze dell’ordine via vai sospetti. In questo caso, invece, è stato il malore e la morte del 65enne a far scoprire tutto.

Ora verranno effettuati i dovuti approfondimenti proprio per escludere qualsiasi altra ipotesi, come ad esempio, comportamenti violenti o l’uso di stupefacenti.

Non di rado, infatti, in queste situazioni la violenza e la droga possono diventare protagoniste di questi incontri. E’ come se si volesse sommare ancora altri pericoli e altri rischi.

Temi di questo post