Compra un gratta e vinci da 10 euro e vince due milioni

Il titolare della tabaccheria in via Santa Margherita a Cagliari ha già ricevuto la fotocopia della giocata
di  Redazione
2 mesi fa - 13 Aprile 2021

Compra un gratta e vinci da 10 euro e vince due milioni. Venerdì un cliente di una tabaccheria in via Santa Margherita, nel quartiere di Stampace  di Cagliari, ha acquistato un biglietto da dieci euro di un gratta e vinci.

Non era proprio neanche nel suo immaginario che, dopo aver grattato con cura, avrebbe vinto ben due milioni. Una giocata che gli cambierà letteralmente la vita. Per tutto il fine settimana a Stampace non si è parlato d’altro e alcuni hanno pensato fossero solo voci di quartiere.

Il titolare Ignazio Gaviano non ha smentito e ha detto di aver ricevuto la fotocopia della giocata, ma secondo la prassi in questi casi, bisogna attendere l’ufficialità da parte di Lottomatica quando pubblicherà le vincite sul bollettino.

Dopodiché, una volta arrivata l’eventuale conferma, nella tabaccheria di via Santa Margherita potrà essere esposto il cartello che annuncia la fortunata super vincita.

Trombosi mortale dopo il vaccino, aperta un’inchiesta a Cagliari

Potrebbe essere assegnato già oggi l’incarico al medico legale che dovrà effettuare l’autopsia sul corpo di un uomo di La Maddalena, 58 anni, deceduto nei giorni scorsi all’ospedale Brotzu di Cagliari per una trombosi.

Il pubblico ministero Marco Cocco ha disposto il sequestro della salma dell’uomo, dipendente civile della Marina militare, che il 25 marzo scorso a La Maddalena era stato vaccinato con AstraZeneca.

L’uomo ha iniziato a sentirsi male un paio di giorni dopo. Dolori addominali e vomito non l’hanno abbandonato, al punto che i medici hanno stabilito di trasferirlo. Ricoverato all’ospedale “Paolo Merlo”, nella sua isola, dopo il peggioramento è deciso il trasferimento all’ospedale di Olbia, più attrezzato.

Ipotesi di omicidio colposo

Quindi un altro volo in elicottero, questa volta verso la Rianimazione dell’ospedale Brotzu di Cagliari, ma ha resistito poco. La Procura ha aperto un fascicolo con l’ipotesi d’ufficio di omicidio colposo contro ignoti.

Così da consentire il rapido accrescimento autoptico e risalire alle cause esatte del decesso. Nessuna correlazione che leghi ufficialmente alla dose di vaccino la morte, avvenuta nella notte tra il 10 e l’11 aprile.

La direzione dell’ospedale Brotzu ha semplicemente informato la Procura cagliaritana della successione di eventi. Saranno disposti anche gli indispensabili esami istologici e anatomopatologi, così da ricostruire nel dettaglio le cause del malore che hanno costretto il paziente al ricovero e hanno portato al decesso.

A rivolgersi alla Procura della Repubblica per chiedere l’accertamento è la famiglia con gli avvocati Alessio Bittu e Roberto Sirena che hanno già annunciato la presenza di un consulente medico di parte.

Compra un gratta e vinci da 10 euro e vince due milioni
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso