Concorsi pubblici, quali sono stati rinviati e quali si possono fare

I concorsi pubblici, così come gli esami di idoneità professionale, sono stati sospesi dallo scorso autunno a causa dell’emergenza coronavirus
di  Redazione
4 mesi fa - 9 Marzo 2021

Concorsi pubblici, quali sono stati rinviati e quali si possono fare. Il nuovo ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, ha affermato di essere al lavoro per poter fare al più presto i concorsi online, in sicurezza.

“L’idea che sto perfezionando con i colleghi di governo è individuare luoghi pubblici istituzionali, università, sedi fieristiche, aree dotate di strutture tecnologiche, dove ospitare un numero ampio di candidati per fare #concorsi online, in sicurezza e in dimensione più ampia”.

Ha scritto su Twitter l’esponente di Forza Italia, oggi in audizione in commissioni congiunte Lavoro e Affari costituzionali di Camera e Senato. Commissioni che poi prepareranno il provvedimento legislativo.

Concorsi sospesi

I concorsi pubblici, così come gli esami di idoneità professionale, sono sospesi dallo scorso autunno a causa dell’emergenza coronavirus. Tuttora, con l’ultimo Dpcm firmato da Mario Draghi e in vigore fino al prossimo 6 aprile, i concorsi rimangono posticipati (anche se non tutti).

Come si legge nell’ultimo Dpcm emanato dal governo per contrastare l’epidemia di coronavirus “è sospeso lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle professioni”.

Ad esclusione, però, di alcuni specifici casi, cioè quelli in cui “la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica”. Non sono pochi i concorsi che effettuano questa procedura.

Ma non solo: in questi mesi non sono rinviati, per ovvie ragioni, i concorsi per il personale del servizio sanitario nazionale (compresi gli esami di abilitazione all’esercizio di medico chirurgo) e di quelli per il personale della Protezione Civile.

Numero massimo 30 candiati

Infine, si specifica nel provvedimento, “sono consentite le prove selettive dei concorsi banditi dalle pubbliche amministrazioni; nei casi in cui è prevista la partecipazione di un numero di candidati non superiore a trenta.

Per ogni sessione o sede di prova, previa adozione di protocolli” di sicurezza che siano validati dal Comitato tecnico scientifico. In altre parole, si possono fare i concorsi pubblici banditi dalla Pubblica Amministrazione.

Purché vi partecipano meno di trenta candidati per sessione, sempre nel rispetto di tutte le misure di prevenzione, in primis la distanza di sicurezza con l’obbligo di indossare sempre  la mascherina.

Concorsi pubblici, quali sono stati rinviati e quali si possono fare
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST
concorsi Oggi