Coronavirus Altamura: 230 positivi, morta anziana

1 settimana fa
15 Ottobre 2020
di redazione

Coronavirus Altamura: 230 positivi, morta anziana. “Purtroppo si è verificato il secondo decesso per Covid-19″. La comunicazione è arrivata da una diretta Facebook dalla sindaca di Altamura, Rosa Melodia. Il decesso, ha spiegato la sindaca, riguarda una donna di 98 anni, affetta da altre patologie e colpita da Covid-19.

Ad oggi i positivi nella cittadina murgiana sono 232, di cui sette ricoverati e 223 in isolamento domiciliare.

“Da agosto le persone coinvolte sono 283, comprese le due persone decedute. Continuiamo a fare appelli rispetto alla necessità di dover sicuramente indossare la mascherina.”

Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s’impenna

Il quadro epidemiologico è il seguente: 169 nuovi casi a Bari, 55 a Foggia, 37 a Taranto, 28 nella Bat, 13 a Brindisi e 11 a Lecce.

Nello specifico del Salento: due casi rispettivamente nel capoluogo, a Tricase, a Muro Leccese, a Galatina, a Nardò e uno a Casarano.

Con 911 casi dall’inizio dell’epidemia, la provincia di Lecce è quella che la più bassa incidenza della regione, pari a 11,5 contro 25,3 casi ogni diecimila abitanti.

I tamponi processati nei laboratori pugliesi sono stati 5.844, con un ulteriore incremento rispetto al “record” di ieri (5.588), e la percentuale degli esiti positivi del 5,4 percento.

I decessi sono stati due, in provincia di Bari e Foggia (618 il totale), i guariti 82 (5.317 in tutto): il numero dei casi attualmente positivi si porta dunque di 4.229.

Di cui 3.895 – pari al 92 percento – si trova isolato a domicilio, con sintomi lievi parainfluenzali o senza alcun sintomo. Rimane praticamente stabile il numero dei ricoveri – passato da 333 a 334.

La dichiarazione di Lopalco, assessore alla Sanità in pectore:

“L’aumento dei casi e della conseguente attività di tracciamento dei contatti è segno di un significativo aumento di circolazione virale.”

“Le strutture territoriali stanno lavorando in tutta la regione 24 ore su 24 per individuare e limitare tutti i focolai di diffusione.”

“Invitiamo tutti i cittadini a seguire in maniera stringente le nuove regole dettate dal governo per poter contribuire, ciascuno nel proprio ambito, ad evitare un aggravarsi della situazione”.

Alessandro Pallavicini