Coronavirus Campania: i dati di oggi 10 ottobre 2021

sei in  Italia

1 settimana fa - 10 Ottobre 2021

Coronavirus Campania: i dati di oggi 10 ottobre 2021. Sono 245 i nuovi positivi al Coronavirus in Campania su 15.914 tamponi molecolari e test antigenici, ossia tamponi rapidi, analizzati nelle ultime 24 ore, con un tasso di positività dell’1,53%.

Cioè il rapporto tra positivi e tamponi analizzati, leggermente più basso rispetto a quello registrato ieri dell’1,61%, con 269 nuovi positivi Covid in Campania, emersi dall’analisi di 16.608  tamponi (tra molecolari e antigenici rapidi).

Questi i dati dell’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi della Campania per l’emergenza coronavirus pubblicato oggi, domenica 10 ottobre 2021, e aggiornato alla mezzanotte di ieri, sabato 9 ottobre 2021. Si registrano purtroppo altre 2 persone morte per Covid, nelle ultime 48 ore.

Report posti letto su base regionale

Diminuiscono i ricoveri Covid19 negli ospedali della Campania nei reparti dedicati. I posti occupati in terapia intensiva scendono da 13 a 12 (-1) su 656 posti disponibili, mentre quelli nei reparti di degenza ordinaria passano da 192 a 179 (-13).

Su 3.160 posti letto disponibili tra ospedali Covid e offerta privata. Resta elevato tuttavia il numero dei nuovi positivi: un segnale preoccupante legato anche all’avanzare del diffondersi delle varianti Covid, in particolar modo la variante Delta.

In precedenza chiamata variante indiana, mentre il governatore Vincenzo De Luca ha lanciato l’allarme sul fatto che i nuovi contagi colpiscano nella maggior parte dei casi persone non ancora vaccinate.

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656, posti letto di terapia intensiva occupati: 12 (-1); letti di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata) e posti letto di degenza occupati: 179 (-13).

Ferito da 16enne in party studenti, è in prognosi riservata

Ha rischiato di rimanere ucciso dalle coltellate di un ragazzo di 16 anni un 19enne originario di Agerola (Napoli) ferito al polmone e all’arteria femorale durante una festa per studenti a Pompei (Napoli).

Poche ore dopo l’accoltellamento, il responsabile dell’aggressione si è spontaneamente presentato nel commissariato di polizia di Stato a Pompei, insieme con il padre e il suo avvocato, raccontando le ragioni della lite.

Sull’identità dei due giovani c’è riserbo, in considerazione della loro giovane età. Fatto che però, per quanto concerne l’aggressore non gli ha evitato il carcere con l’accusa di tentato omicidio. Ora è nel Centro per minorenni ai Colli Aminei di Napoli, in attesa della convalida del provvedimento di fermo.

Gli agenti del commissariato di Polizia di Pompei hanno dato esecuzione al fermo di indiziato di delitto disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli nei confronti del 16enne.

Mentre il diciannovenne versa tuttora in prognosi riservata a seguito del perforamento di un polmone e di un’arteria femorale. Il provvedimento, a cui seguirà richiesta di convalida, è giunto al termine di un’attività di indagine.

A condurla la squadra investigativa del commissariato di polizia di Pompei sotto il coordinamento della Procura della Repubblica dei Minori; e iniziata nei momenti immediatamente successivi al fatto di sangue.

Episodio avvenuto nella notte a cavallo tra l’8 e il 9 ottobre presso un locale di Pompei; dove era in corso una festa organizzata da studenti degli istituti superiori. Le indagini hanno permesso di raccogliere varie testimonianze ed elementi di prova a carico del giovane che avrebbe accoltellato lai vittima per futili motivi.

Coronavirus Campania: i dati di oggi 10 ottobre 2021
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST campania contagi coronavirus covid Oggi