Coronavirus Campania: i dati di oggi 20 aprile 2022

20 Aprile 2022

Coronavirus Campania: i dati di oggi 20 aprile 2022

Coronavirus Campania: i dati di oggi 20 aprile 2022. Sono 12.275 i nuovi casi positivi al coronavirus in Campania nelle ultime 24 ore. Lo ha comunicato la Regione Campania, nel consueto bollettino ordinario e giornaliero.

Numero enormemente cresciuto rispetto agli ultimi giorni, quando però i tamponi analizzati erano di meno viste le festività pasquali. Resta tuttavia alta l’incidenza in regione: dal 23,17% di ieri (con 3.250 casi su 14.021 tamponi) al 21,19% di oggi, con 12.275 casi su 57.916 tamponi tra molecolari ed antigenici rapidi.

Dei nuovi casi, 886 sono risultati positivi a 9.425 tamponi molecolari, mentre gli altri 11.389 positivi sono stati scoperti dalle analisi di 48.491 tamponi antigenici rapidi.

Aumentano ancora sia i decessi che i ricoveri

Per quanto riguarda i deceduti per coronavirus in Campania, sono 18 quelli registrati nell’odierno bollettino, di cui dieci nelle ultime 48 ore ed altri otto deceduti in precedenza; ma registrati soltanto ieri (nell’ultima rilevazione, i decessi erano stati venti).

Anche i posti letto occupati nei reparti Coronavirus degli ospedali della Campania sono in costante aumento. Ieri vi si trovavano ricoverate 743 persone, mentre oggi sono 780 (+37) di cui 41 in terapia intensiva (quattro in meno rispetto a ieri) e 739 nei reparti di degenza ordinaria (+41 rispetto all’ultima rilevazione).

Questo invece il report dei posti letto su base regionale, tra disponibili ed occupati, come comunicato nella nota giornaliera ed ordinaria dalla Regione Campania.

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 581, posti letto di terapia intensiva occupati: 41 (-4). Letti di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata.)
Posti letto di degenza occupati: 739 (+41).

Muore in ospedale nel Casertano dopo tre interventi chirurgici: aperta una inchiesta

Si indaga sulla morte di una donna di 76 anni di Casagiove, nel Casertano, deceduta ieri, martedì 19 aprile, all’ospedale di Piedimonte Matese. La famiglia ha presentato denuncia e la competente Autorità Giudiziaria ha disposto l’autopsia sul corpo della donna, per fare piena luce sulle cause della morte, che dovrebbe essere effettuata giovedì 21 aprile; nell’ultimo mese, la donna era stata sottoposta a tre interventi chirurgici.

Il calvario della 76enne – che avrebbe compiuto 77 anni il 22 aprile – comincia il 16 marzo, quando è ricoverata all’ospedale di Caserta per alcuni dolori ma dimessa poco dopo.

I dolori si ripresentano il 20 marzo. La donna è soccorsa dal 118 e trasportata all’ospedale di Marcianise, dove è operata d’urgenza. Ancora, il 25 marzo successivo, è sottoposta a un secondo intervento chirurgico a causa di una ernia addominale con perforazione dell’intestino.

Dal momento che l’ospedale di Marcianise non ha il reparto di Rianimazione, la 76enne è trasferita nel nosocomio di Piedimonte Matese. L’8 aprile, la donna lascia la Rianimazione ed è trasferita al reparto di Chirurgia; il 12 aprile, però, è sottoposta al terzo intervento chirurgico per una sepsi che si era verificata.

Ricoverata nuovamente in Rianimazione, il 19 aprile la famiglia è avvisata del decesso della 76enne: come detto, i parenti hanno deciso di denunciare alle forze dell’ordine per fare piena luce sulla vicenda e accertare se la donna sia vittima di un caso di malasanità. (fanpage.it)

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip