Covid: in Italia 52.177 contagi e 291 morti nella settimana dal 23 al 29 novembre 2023

Pubblicato il

Covid: in Italia 52.177 contagi e 291 morti nella settimana dal 23 al 29 novembre 2023

Covid: in Italia 52.177 contagi e 291 morti nella settimana dal 23 al 29 novembre 2023. Nel bollettino pubblicato oggi, 1° dicembre, si contano 52.177 nuovi casi e 291 morti. In aumento ricoveri covid e incidenza del contagio.

Continua salire la curva dei contagi Covid in Italia. Sono infatti 52.177 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia nella settimana da giovedì 23 novembre a mercoledì 29 novembre 2023.

Il dato, che conferma il trend negativo della curva dei contagi, emerge dal nuovo bollettino settimanale del Ministero della Salute pubblicato oggi, venerdì 1° dicembre.

Nell’ultima settimana si registra dunque un aumento di oltre il 16 per cento dei contagi rispetto alla settimana precedente quando erano poco meno di 45mila.

Nella settimana 23-29 novembre 2023 cresce anche il numero di tamponi effettuati, 277.938 test per un +9%. Ma sale anche il tasso di positività che si attesta al 18,8 per cento, con una variazione di +1,1 per cento rispetto alla settimana precedente.

In aumento decessi e ricoveri covid

Il bollettino settimanale covid pubblicato oggi indica che nella settimana presa in esame anche un aumento dei decessi covid e dei ricoveri per coronavirus. Sono 291 infatti i deceduti nell’ultima settimana con una variazione di +23,8% rispetto alla settimana precedente.

Cresce notevolmente anche il tasso di occupazione dei malati covid in area medica che al 29 novembre si attesta al 9,2 per cento, in aumento netto rispetto al 7,7 per cento del giovedì precedente.

Infine cresce anche il tasso di occupazione in terapia intensiva, anche se in maniera molo meno marcata. Il numero dei pazienti covid nei reparti critici infatti rimane eseguo e si attesta ora a 170 ricoverati (+33) con tasso di occupazione pari al 1,9 per cento, rispetto a 1,5 per cento della passata rilevazione.

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip

Modifica le impostazioni GPDR