Fabbro trovato morto nella sua casa

sei in  Italia

1 settimana fa - 19 Novembre 2021

Fabbro trovato morto nella sua casa. Lo hanno trovato privo di vita nella propria abitazione, in via Moscatello a Sassari. La scoperta ieri sera dopo che i familiari per tre giorni avevano cercato di contattarlo tramite telefono ma inutilmente.

A seguito dell’allarme lanciato dai parenti, gli agenti della Polizia locale si sono recati presso l’appartamento, nel centro storico cittadino, hanno bussato più volte senza avere risposta.

Quindi hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale che hanno dovuto forzare la porta per entrare nella casa. All’interno l’amara scoperta: Tonino Arras di 71 anni è rinvenuto sdraiato sul proprio letto privo di vita.

Attorno tutto in ordine, nessun segno di violenza, la morte secondo il medico legale sarebbe avvenuta per cause naturali circa 48 ore prima.

L’uomo, che soffriva di alcune patologie, era molto conosciuto dai residenti del quartiere proprio per la sua attività di fabbro, abile artigiano, attività che svolgeva da tempo nella sua bottega.

Salmo interrogato in Procura per concerto-show di Olbia

Il rapper Salmo è interrogato dal procuratore di Tempio Pausania, Gregorio Capasso, per il concerto-show di agosto ad Olbia. Già fissato per lo scorso 8 ottobre e saltato a causa di un difetto di notifica, l’interrogatorio era stato rinviato a data da destinarsi.

Ma tanto la Procura quanto l’artista e il suo legale, l’avvocato Rino Seu, hanno evitato di dare troppa pubblicità all’appuntamento. Per ora il contenuto del colloquio resta top secret, non è dato sapere se e come Maurizio Pisciottu, in arte Salmo, abbia risposto alle domande del procuratore o se abbia reso dichiarazioni spontanee.

L’unica cosa certa è che l’incontro è preceduto dalla visita del musicista olbiese – che proprio in questi giorni è in cima alle classifiche con il suo ultimo album dal titolo “Flop” – al liceo artistico che ha frequentato da adolescente.

Il concerto non autorizzato

Salmo è ascoltato nell’ambito dell’inchiesta sul concerto non autorizzato e il maxi assembramento del 13 agosto al molo Brin di Olbia. La vicenda coinvolge anche l’imprenditore Kevin Lupetti – assistito dai legali Antonello Desini e Nicoletta Mani – che gestisce la ruota panoramica e lo spazio adiacente, dove si è svolto il live della discordia.

Il rapper e l’imprenditore sono accusati, in concorso, di aver organizzato senza alcuna autorizzazione lo show gratuito del 13 agosto; che radunò circa 3mila e 500 persone.

La Procura ha affidato le indagini alla Squadra Mobile della Questura di Sassari; che ha verificato la mancanza dei nulla osta e quindi la violazione del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e delle norme per la prevenzione e diffusione del Covid.

Fabbro trovato morto nella sua casa
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST fabbro morto Oggi Salmo sassari