Favara: scomparso un 80enne da circa 3 giorni

sei in  Italia

1 mese fa - 12 Agosto 2021

Favara: scomparso un 80enne da circa 3 giorni. Da circa 3 giorni non si hanno più notizie del signor Giuseppe Scordino, un 80enne di Favara, in provincia di Agrigento.

Stando alle prime notizie l’uomo si sarebbe allontanato dalla sua abitazione, dove vive con la moglie, come di consuetudine per fare una semplice passeggiata, da dove non è mai rientrato.

Attimi di apprensione per i familiari mentre già si sono attivate le ricerche e soprattutto la ricostruzione degli ultimi spostamenti del signor Scordino. A coordinare le ricerche i carabinieri della Tenenza di Favara capitanati dal Tenente Fabio Armetta.

Vanessa Miceli

Covid: in Sicilia 1.134 i nuovi positivi, 12 i morti

Sono 1.134 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore nell’isola a fronte di 16.602 tamponi processati in Sicilia. L’incidenza sale al 6,8%, il giorno precedente era al 6%.

L’isola resta al primo posto per nuovo contagio giornaliero. Gli attuali positivi sono 16.234 con un aumento di altri 650 casi. I guariti sono 472 mentre nelle ultime 24 ore si registrano altre 12 vittime e il totale dei decessi sale a 6.121.

La situazione ospedaliera dei ricoveri fa segnare ora 532 posti letto occupati; 14 in più rispetto al giorno precedente mentre in terapia intensiva restano 59 i ricoverati come ieri.

Sul fronte del contagio nelle singole province la situazione è la seguente: Palermo 182, Catania 168, Messina 263, Siracusa 110, Ragusa 110, Trapani 98, Caltanissetta 82, Agrigento 118, Enna 3 .

Incendi: sindaco Polizzi, Madonie sono sotto attacco

Da una prima ricognizione ci sono state tre aziende artigiane che hanno avuto danneggiati i capannoni, aziende agricole pesantemente colpite dal fuoco non solo nelle colture, ma anche nelle strutture.

Gli animali siamo riusciti a metterli in salvo. Grossi danni ai vigneti”. Lo dice il sindaco di Polizzi Generosa (Palermo), Gandolfo Librizzi, che ha passato la notte insieme a centinaia di uomini cercando di fronteggiare le fiamme anche con i secchi d’acqua.

“Quando si tratta di far fronte all’emergenza siamo bravissimi. Qui nei nostri territorio c’erano tantissimi volontari, carabinieri, guardia di finanza, forestali e protezione civile – aggiunge il sindaco.

Quello che non capisco perché non si fa nulla per la prevenzione. Nessun sostegno ai Comuni, nessun aiuto agli agricoltori e allevatori. Eppure in questi giorni il disegno è chiaro. Le Madonie sono state sotto attacco.

Situazione a Petralia Soprana

A Petralia Soprana (Palermo) il sindaco Pietro Macaluso sta facendo la conta dei danni. “Una decina di cittadini intossicati soccorsi dal 118 – dice – qualcuno di loro finito al pronto soccorso. Più di cento persone evacuate.

Tre famiglie rimaste senza casa che hanno trovato alloggio in casa di parenti. Dieci aziende agricole danneggiate e cento animali morti”. Ancora il territorio brucia ma la speranza è che il peggio sia passato.

“Siamo stati sotto attacco – aggiunge il sindaco Macaluso – Non si capisce perché, ma le Madonie sono state colpite in modo chiaro. Alle favole crediamo quando siamo piccoli. Non c’è stato nessun centro delle Madonie che non abbia avuto danni dall’inferno di questi giorni.

Blufi, Geraci Siculo, Petralia Soprana e Sottana, Castellana Sicula, Gangi, Polizzi Generosa. Bisognerà capire il motivo di questa aggressione e lavorare perché il prossimo anno non siamo di nuovo a fare la conta dei danni”.

Favara: scomparso un 80enne da circa 3 giorni
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST favara Oggi