Favara: si infittisce il mistero sul ritrovamento delle ossa

Sarebbe stata una soffiata ai carabinieri che avrebbe indicato il luogo dove scavare

Redazione
Favara: si infittisce il mistero sul ritrovamento delle ossa

Favara: si infittisce il mistero sul ritrovamento delle ossa. Sarebbe stata una soffiata ai carabinieri che avrebbe indicato il luogo dove scavare.

Contrariamente a quanto riportato ieri, a far scoprire le ossa nella casa, posta poi sotto sequestro, sarebbe stata l’indicazione di una persona informata dei fatti e che molto probabilmente orbita intorno alla famiglia di Gessica Lattuca.

La soffiata sarebbe giunta ai carabinieri della tenenza di Favara, allertati e intervenuti sul posto, al comando del capitano Leonardo Mirto, che avrebbero poi chiamato gli operai per far scavare nel punto indicato dalla persona.

Le ossa trovate in questa casa diroccata sono ora al vaglio del medico legale che dovrà stabilire prima di tutto se si tratta di ossa umane oppure no. Ed eventualmente procedere con l’individuazione del Dna.

Gessica Lattuca era scomparsa il 12 agosto del 2018

Ricordiamo che Gessica Lattuca, la giovane di 27 anni, madre di quattro figli, era sparita nel nulla il 12 agosto del 2018 a Favara, in provincia di Agrigento.

Il fratello della donna, Vincenzo Lattuca, di 43 anni, fu iscritto nel registro degli indagati e deceduto, per overdose, dopo pochi giorni. Prima di lui era stato sotto la lente d’ingrandimento, e quindi anch’esso nel registro degli indagati, il compagno di Gessica, Filippo Russotto che fu poi prosciolto dalle accuse.

Secondo le varie ricostruzioni degli inquirenti Gessica potrebbe sarebbe stata picchiata e uccisa dopo una lite scoppiata in balia dell’alcol. Ipotesi avanzata con il rinvenimento di alcune tracce ematiche nelle pareti, che furono ridipinte, di cui a tutt’oggi non si conosce l’appartenenza.

Tutto sarebbe avvenuto nella casa di via Leopardi, a Favara, di proprietà di Giuseppe Lattuca, padre della donna, che, però al momento della sua scomparsa si trovava in carcere e nel contempo era abitata dal fratello Enzo, agli arresti domiciliari al momento della scomparsa della sorella che fu l’ultima persona ad aver visto Gessica ancora in vita.

Vanessa Miceli

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip

Modifica le impostazioni GPDR