Femminicidio: donna 60enne uccisa a coltellate dal marito

sei in  Italia

2 settimane fa - 9 Settembre 2021

Femminicidio: donna 60enne uccisa a coltellate dal marito. Sarebbe il marito l’omicida della donna di 60 anni uccisa questo pomeriggio a coltellate nel comune di Quartucciu, nell’hinterland di Cagliari.

Angelica Salis, è stata trovata senza vita nel suo appartamento di via Sarcidano con diverse ferite sul corpo inferte probabilmente dal marito il 67enne Paolo Randaccio.

È stato lui infatti a chiamare le forze dell’ordine e chiedere l’intervento del 118 intorno alle 18 di oggi. Secondo quanto ricostruito finora sembra che l’uomo abbia accoltellato ripetutamente la moglie.

Quando i medici del 118 sono arrivati in casa non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Quartu Sant’Elena e del Comando provinciale di Cagliari.

Sul posto il medico legale

Dovranno effettuare i rilievi del caso, necessari a ricostruire l’accaduto e stabilire le responsabilità. Sul posto anche il medico legale Roberto Demontis per i primi riscontri sul cadavere della donna.

La salma è trasferita all’istituto di medicina legale del policlinico di Monserrato dove domani mattina sarà sottoposta a perizia necroscopica. Fatale per la vittima sarebbe stata una larga ferita alla gola.

Il marito intanto è portato in caserma a Quartu per essere interrogato. La coppia aveva tre figli, tutti sposati e residenti nell’area cagliaritana. Intorno alle 15 nell’appartamento della coppia si è udita una discussione e dopo qualche tempo sono arrivati i carabinieri. La donna sembra avesse problemi di salute.

Tentato femminicidio, donna sentita in ospedale da inquirenti

Piera Muresu, la donna di 48 anni vittima del tentato femminicidio a Sennori (Sassari), ricoverata al Santissima Annunziata di Sassari, dopo essere stata salvata dai medici con un intervento chirurgico, stamattina, visto che le sue condizioni sono notevolmente migliorate, ha risposto alle domande degli inquirenti.

I carabinieri della Compagnia di Porto Torres, guidati dal comandante Danilo Vinciguerra, su delega del sostituto procuratore della Repubblica, Paolo Piras, hanno raccolto la versione della 48enne, che ha sostanzialmente confermato la tesi ricostruita già ieri dagli investigatori, dopo aver messo insieme diverse testimonianze.

A tentare di ucciderla è stato il suo compagno, Adriano Piroddu, 42anni, anche lui di Sennori, che poi si è tolto la vita impiccandosi nel garage di casa. Martedì pomeriggio i due sono andati in una campagna nei dintorni di Sennori con l’auto di Piroddu.

La gelosia

Qui hanno avuto un’accesa discussione legata a problemi di coppia: lui era geloso, ha estratto una pistola di piccolo calibro e ha sparato colpendo la compagna al collo e al torace.

Un atto che per gli inquirenti potrebbe essere premeditato, visto che Piroddu non possedeva regolarmente un’arma, e non si spiegherebbe altrimenti il fatto che se la fosse portata appresso per incontrare la compagna.

Pistola che non è stata ancora ritrovata: si pensa che l’idraulico se ne sia liberato gettandola in campagna, o che sia nel garage dove poi l’uomo si è impiccato. Il locale sarà perquisito nelle prossime ore alla ricerca dell’arma e di altri elementi utili alle indagini.

Intanto i carabinieri hanno acquisito i filmati di diverse telecamere di videosorveglianza installate in paese per avere conferme sui movimenti di Piroddu.

Femminicidio: donna 60enne uccisa a coltellate dal marito
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST femmincidio Oggi