Fiume Natisone: trovati i corpi di Patrizia e Bianca

I cadaveri delle due ragazze sono stati trovati a 700 metri e a un chilometro a valle dal posto della scomparsa

Redazione
Fiume Natisone: trovati i corpi di Patrizia e Bianca

Fiume Natisone: trovati i corpi di Patrizia e Bianca. I cadaveri delle due ragazze sono stati trovati a 700 metri e a un chilometro a valle dal posto della scomparsa.

Nel fiume Natisone, i corpi di Patrizia e Bianca sono stati rinvenuti dai Vigili del Fuoco. Le due ragazze, tragicamente travolte dalla furia delle acque venerdì, sono state ritrovate rispettivamente a 700 metri e un chilometro a monte dal punto della loro scomparsa.

Nel frattempo, le ricerche per trovare Cristian, il terzo disperso che si trovava in loro compagnia, sono ancora in corso. Dopo due giorni di sforzi infruttuosi, i vigili del fuoco e gli uomini della Protezione Civile hanno continuato oggi a scandagliare il corso del fiume Natisone fino alla sua confluenza con il Torre.

Usati anche i droni per la ricerca

Hanno impiegato perfino droni per ampliare la ricerca, approfittando delle migliori condizioni meteo. La portata del torrente è tornata quasi alla normalità, offrendo una speranza per migliorare le possibilità di ritrovare i tre dispersi.

La Procura di Udine, intanto, ha aperto un fascicolo informativo, dimostrando la sua attenzione al caso. Al momento tuttavia non c’è ancora nessun indagato o ipotesi di reato.

La notizia è stata confermata dal procuratore capo Massimo Lia. Nel frattempo, è emerso che il cellulare trovato nella borsa ieri è lo stesso da cui è stata effettuata la chiamata al 112 in cui i ragazzi hanno chiesto aiuto mentre erano bloccati sul greto del fiume Natisone, con il livello dell’acqua che saliva rapidamente.

Ma chi erano questi tre ragazzi scomparsi?

Patrizia Cormos, originaria di Colleferro, in provincia di Roma e residente a Campoformido, in provincia di Udine, era una giovane studentessa al secondo anno dell’Accademia di Belle Arti Tiepolo di Udine.

Il giorno della loro scomparsa aveva appena superato un esame di modellazione 3D e ha accettato l’invito dell’amica Bianca Doros a fare un giro in macchina e una passeggiata lungo il fiume Natisone insieme a lei e al suo compagno.

Bianca, di origine romena, era in Italia da pochi giorni per visitare la sua famiglia. Mentre Cristian Casian Molnar, residente in Romania, era arrivato in Italia solo pochi giorni prima dopo una breve visita al fratello in Austria.

La Procura della Repubblica di Udine è determinata a gettare luce su questa enigmatica scomparsa e la popolazione è in attesa di ulteriori sviluppi.

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip

Modifica le impostazioni GPDR