Foggia: detenuto 34enne trovato morto in cella. Famiglia avvisata solo la mattina successiva

La Procura della Repubblica di Foggia ha avviato un'indagine per accertare la causa della mort

2 Febbraio 2024

Foggia: detenuto 34enne trovato morto in cella. Famiglia avvisata solo la mattina successiva

Foggia: detenuto 34enne trovato morto in cella. Famiglia avvisata solo la mattina successiva. Disposta l’autopsia per accertare le cause della morte del detenuto.

La Procura della Repubblica di Foggia ha avviato un’indagine per accertare la causa della morte di un detenuto 34enne all’interno della casa circondariale di Foggia.

A confermarlo sono gli avvocati della famiglia, Leonardo Cavalieri di Troia e Raffaele Carone di Torremaggiore, i quali hanno presentato un esposto su richiesta dei parenti della vittima.

La Procura della Repubblica ha così disposto l’esecuzione dell’autopsia al fine di acquisire ulteriori informazioni sulla vicenda. Secondo quanto riportato dagli stessi legali, il detenuto soffriva di problemi di tossicodipendenza ed era in custodia cautelare dallo scorso settembre.

La notizia della sua morte, avvenuta la sera del 25 gennaio, è stata comunicata ai familiari solo il giorno successivo, in quanto gli uffici della direzione del carcere non avevano contatti disponibili per reperire i parenti del defunto.

Il giallo del suicidio

L’avvocato Carone afferma che “nella conversazione telefonica ricevuta dal personale della direzione del carcere, si faceva riferimento al presunto suicidio, mentre nella nota ufficiale successivamente trasmessa ai legali tramite la posta elettronica certificata, la stessa direzione del carcere riportava semplicemente la morte del 34enne, senza accennare in alcun modo all’ipotesi del suicidio“.

I legali prosegue il loro commento affermando che “questa divergenza di informazioni risulta inoltre in contrasto con le dichiarazioni rilasciate ai media dallo stesso segretario regionale dell’OSAPP, Ruggiero D’Amato, nonché da altri sindacati del settore, che hanno espresso chiaramente l’ipotesi del suicidio”. (Immagine di repertorio)

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip