Folle corsa contromano in autostrada: la polizia gli spara

Folle corsa contromano in autostrada prima che gli agenti della Polstrada lo convincessero a fermarsi dopo aver esploso contro la sua vettura alcuni colpi di arma da fuoco
di redazione
2 settimane fa
12 Gennaio 2021

Folle corsa contromano in autostrada: la polizia gli spara. Attimi di terrore per gli automobilisti in autostrada sulla A-1. Una macchina ha viaggiato contromano per quaranta chilometri circa ad alta velocità, da Rioveggio fino alle porte di Firenze.

Un uomo è fermato dalle pattuglie della Polstrada dopo un inseguimento durato diverso tempo prima che dei colpi di arma da fuoco convincessero il conducente a fermare la sua corsa e fronteggiare le forze dell’ordine per i controlli di rito.

Gli agenti sono stati costretti a esplodere colpi di pistola alla macchina per fermarla e successivamente circondare la vettura del fuggitivo prima di bloccare l’automobilista in evidente stato di agitazione e visibilmente alterato.

La sua corsa in auto è durata dalla tarda mattinata, quando la sua vettura contromano è segnalata alle autorità, fino all’ora di pranzo, momento del fermo da parte degli agenti che lo hanno inseguito sulla sua folle tratta dell’A1.

Nella sua auto, perquisita dagli agenti della Polstrada, sono trovate due armi: un’ascia e un coltello. Nell’abitacolo, con le armi prima citate, c’era anche una roncola. Il 40enne del nord Italia è trattenuto al distaccamento della Stradale di Firenze nord.

Non ha risposto alle domande degli agenti, ripetendo solo ed esclusivamente di voler parlare con il suo avvocato. Continuava a dirlo in maniera ossessiva in evidente stato di delirio. L’uomo, che non era ubriaco, era molto alterato e forse sotto l’effetto di non precisate sostanze.

Sono in corso ulteriori aggiornamenti su quanto successo e sul motivo della presenza delle armi nell’autovettura. Per il momento le autorità non hanno comunicato ulteriori informazioni sull’uomo contromano in autostrada.

Secondo quanto spiegato dalla polizia, la posizione del 34enne, nato a Vicenza e con cittadinanza americana, è ora al vaglio della polizia che lo ha portato via per ulteriori accertamenti e per ulteriori domande su quanto accaduto.

Morta bimba 18 mesi dopo incidente casa

E’ morta in ospedale la bambina di 18 mesi di Cabiate (Como) rimasta gravemente ferita nel tardo pomeriggio di ieri in un infortunio domestico. La piccola era in casa con il compagno della madre.

Stava giocando, quando si è tirata addosso una stufetta elettrica appoggiata sopra un mobile, che le è caduta sulla testa. Inizialmente sembrava che non si fosse fatta nulla, poi, è comparso l’ematoma e la bambina ha perso conoscenza.

Solo allora, circa due ore dopo l’incidente, sono stati chiamati i soccorritori che al loro arrivo hanno trovato la piccola in arresto cardiocircolatorio. Purtroppo non è servito il trasporto in elicottero all’ospedale di Bergamo.