Follia a Milano: due uomini danno fuoco a una casa con un ragazzo dentro

Due uomini hanno aggredito un ragazzo di 27 anni a Milano: dopo una discussione causata dal mancato pagamento di un affitto, i due hanno dato fuoco all’appartamento in cui il giovane vive
di redazione
3 settimane fa
25 Marzo 2021

Follia a Milano: due uomini danno fuoco a una casa con un ragazzo dentro. Follia pura a Milano dove due uomini hanno appiccato il fuoco ad un appartamento con all’interno un ragazzo di ventisette anni.

La causa di questo gesto sarebbero degli affitti non pagati. Il giovane è salvato dai vigili del fuoco di Milano che hanno forzato la porta dell’appartamento. Uno dei due responsabili è rintracciato mentre l’altro è ancora ricercato.

La discussione causata dal mancato pagamento di un affitto

L’allarme è stato lanciato nella giornata di ieri, mercoledì 24 marzo, dallo stesso 27enne. Il giovane ha raccontato di essere intrappolato nella sua abitazione di via Giulio Romano, in zona Porta Romana, che era stata data alle fiamme da due uomini.

Stando a quanto riportato in una nota stampa, il ragazzo ha raccontato ai carabinieri che dopo una discussione per il mancato pagamento di un affitto i due uomini hanno distrutto la porta a vetri della casa, spruzzato un liquido infiammabile e appiccato il fuoco.

La vittima e un aggressore trasportati in ospedale, si cerca il secondo responsabile

I pompieri sono riusciti a forzare la porta e a far uscire il ragazzo sano e salvo. Il 27enne è stato così trasportato in codice verde al pronto soccorso del Policlinico per una leggera intossicazione.

Subito dopo i carabinieri si sono messi alla ricerca dei due presunti responsabili. Uno dei due è trovato vicino la casa e trasportato in codice verde al pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli per una lieve ferita procuratosi mentre danneggiava la porta.

L’altro uomo è, invece, riuscito a fuggire ed è ancora attivamente ricercato. Spetterà, poi, al pubblico ministero di turno stabilire quale provvedimento prendere nei confronti dei due incoscienti incendiari.

Con padre picchia 30enne con ex ragazza

Un uomo di 45 anni e suo figlio di 20 sono stati fermati a Milano dalla polizia per il tentato omicidio di un 30enne, picchiato per aver trascorso una serata con l’ex fidanzata del 20enne, della quale aveva mandato una foto in una chat di amici comuni.

L’episodio risale alla notte tra il 21 e il 22 marzo, ma è stato comunicato solo questa mattina in relazione alla convalida del fermo. Il ferito, colpito a mani nude, ha riportato lesioni alla teca cranica.

Ferite profonde che hanno reso necessario un intervento d’urgenza al cervello all’ospedale Niguarda. Dopo due giorni in terapia intensiva, ieri si è svegliato, ma il trentenne resta in prognosi riservata.