Follia all’ospedale di Pozzuoli: arrestato ex infermiere

1 settimana fa
17 Ottobre 2020
di redazione

Follia all’ospedale di Pozzuoli: arrestato ex infermiere. Momenti di follia all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, nella provincia di Napoli.

Dove un uomo di 44 anni è stato arrestato dopo aver accecato un altro uomo, un 41enne, per futili motivi: una sigaretta.

Da quanto si apprende, il 44enne, ex infermiere che ha prestato servizio in alcuni ospedali del Nord Italia , e il 41enne si trovavano entrambi nella sala d’attesa del nosocomio flegreo.

E attendevano entrambi il loro turno per essere sottoposti a una visita specialistica.

Il 44enne ha chiesto alla vittima una sigaretta, poi un accendino. Quando il 41enne ha pronunciato una battuta sulle richieste dell’altro uomo. Questi gli si è scagliato contro, affondandogli le dita in entrambi gli occhi.

Sul posto, allertati dai sanitari, sono arrivati i carabinieri, che hanno bloccato il 44enne e lo hanno arrestato per lesioni aggravate.

Il 41enne, invece, è prontamente soccorso in ospedale: ha riportato gravi feriti al bulbo oculare destro, ma anche a quello sinistro.

E i sanitari stanno facendo di tutto per salvargli la vista ad entrambi gli occhi. Il 41enne è ricoverato in prognosi riservata ma non sarebbe in pericolo di vita

Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia, i dati e le news dal mondo di oggi, sabato 17 ottobre.

Ieri registrati in Italia 10.010 contagi (contro gli 8.804 del giorno prima). I decessi sono stati 55, il giorno prima erano stati 83.

Dopo la Campania, nuova ordinanza anche in Lombardia. Nelle prossime ore arriva il nuovo Dpcm. Si ragiona su smart working obbligatorio, stop a eventi, una nuova stretta allo sport, più didattica a distanza a scuola.

Ipotesi locali chiusi dalle 22 o le 23.

“Questa ondata non è meno pericolosa ma dobbiamo affrontarla con una strategia diversa, che non prevede più il lockdown”, dice il premier Conte.

La seconda ondata del coronavirus in Europa è ormai tre volte più alta rispetto allo tsunami del primo picco. Misure restrittive in molti Paesi: in Belgio fermi caffè e ristoranti per un mese. Fonte Fanpage