Giallo a Piombino: trovato cadavere in un canale, ha una ferita alla testa

Il decesso, secondo un primo esame del cadavere, risalirebbe a non più di una dozzina di ore fa
di  Redazione
2 settimane fa - 15 Luglio 2021

Giallo a Piombino: trovato cadavere in un canale, ha una ferita alla testa. Il corpo senza vita di un uomo di circa 40 anni è stato trovato riverso in un canale di scolo; in zona portuale a Piombino (Livorno) intorno alle 12.30 di oggi.

Aveva una profonda ferita alla testa. Il decesso, secondo un primo esame del cadavere, risalirebbe a non più di 12 ore fa e potrebbe essere stato causato da un colpo di arma da fuoco o da una caduta accidentale.

A individuare il corpo e a dare l’allarme è stato un funzionario della Autorità portuale che stava effettuando un sopralluogo nella zona. Sul posto sono intervenuti il medico legale e i carabinieri.

Questi, coordinati dal pubblico ministero di turno, stanno cercando di risalire all’identità dell’uomo visto che risulterebbe privo di documenti. Stando a quanto emerso, tuttavia, potrebbe trattarsi di un italiano.

Le indagini, che sono iniziate subito dopo il ritrovamento del corpo, dovranno chiarire se si sia trattato di un incidente oppure, come sembrerebbe probabile, di un delitto.

Vaccini: 17enne va da avvocato e convince genitori no vax

Potrà vaccinarsi contro il covid il 17enne fiorentino che si era rivolto a un avvocato per poter ricevere la dose nonostante il parere contrario dei genitori.

“Il padre e la madre – annuncia l’avvocato Gianni Baldini che lo assiste, presidente dell’Associazione matrimonialisti della Toscana – hanno firmato la liberatoria”.

Col documento, predisposto dal legale, i genitori hanno dato il loro consenso declinando però ogni responsabilità da eventuali effetti avversi che possano essere provocati dalla somministrazione.

“Oggi il ragazzo sarà in studio – spiega Baldini – e prenoteremo insieme il suo vaccino”. In un primo tempo i genitori avevano deciso di non firmare la liberatoria; ma poi avrebbero cambiato idea di fronte all’intenzione del figlio di avviare un confronto davanti all’organo di mediazione del tribunale di Firenze.

Da un mese a questa parte, spiega l’avvocato Baldini, sono 27 i minorenni toscani che si sono rivolti all’Associazione matrimonialisti per potersi vaccinare contro la volontà dei genitori. “17 di queste chiamate si sono trasformate in interventi – precisa Baldini – 7 dei quali si sono risolti con la firma della liberatoria”.

Giallo a Piombino: trovato cadavere in un canale, ha una ferita alla testa
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST Oggi Piombino