Il dolore di Mika su Twitter: «Straziante e lancinante»

2 mesi fa
5 Agosto 2020
di redazione

Il dolore di Mika su Twitter: «Straziante e lancinante». E’ nato a Beirut e il 18 agosto compirà 37 anni. Ma sarà una festa amara per Mika. Perché quello che è accaduto a Beirut è «straziante», è «lancinante», «fa venire i brividi».

Una serie di tweet di sgomento e dolore per quanto accaduto ieri sono stati pubblicati stanotte dalla popstar di “Grace Kelly”. Il cantautore e showman libanese naturalizzato britannico, che in queste settimane si trova spesso in Italia per partecipare alle selezioni di X Factor, il talent di Sky Uno dove torna in giuria da settembre.

Mika, in alcuni tweet scritti tanto in francese quanto in inglese, ha scritto: «Osservo e leggo con preoccupazione, tristezza e orrore gli eventi che si svolgono a Beirut. Quello che è successo, vite ferite o perse per sempre, mi spezza il cuore.

Non sappiamo ancora cosa sia successo, ma la sofferenza è lancinante». Poi ha sottolineato una coincidenza che lo ha toccato parlicolarmente: «Il mio cuore è con Beirut e il Libano. 4 anni fa proprio oggi in cui mi esibivo a Baalbek in Libano. Ho trascorso la mattinata a guardare le foto di quella sera. Concludo la giornata guardando queste terribili immagini di Beirut che mi fanno venire i brividi».

Chi è Mika. Conosciamolo meglio

Libanese d’origine, Mika ha vissuto una vita intensa sin dalla più tenera età: conosciamo meglio lo straordinario cantante di Grace Kelly!

Lo vediamo cantare e intrattenere il pubblico come se fosse nato per questo: lui è Mika, il simpatico cantante dai ricci castani che si è conquistato di diritto il suo posto d’onore nel panorama televisivo italiano.

Nato il 18 agosto 1983 (Leone) a Beirut, si considera britannico, ma è d’origine libanese: il suo vero nome è Michael Holbrook Penniman Jr.

Da piccolo, a causa del lavoro del padre, fu costretto a vivere all’interno dell’ambasciata americana in Kuwait per ben 7 mesi. Come è riuscito un ragazzino ribelle (e dislessico) a scalare le classifiche della musica mondiale? Conosciamo insieme la sua interessatissima storia!

È il terzo di 5 fratelli e da bambino era in sovrappeso e piuttosto ribelle. Suo padre, Michael Holbrook Penniman, e sua madre lo hanno sempre supportato nel suo sogno: la musica. Una curiosità: anche lui, legalmente, si chiama Michael Holbrook, ma è stata la mamma a chiamarlo sempre Mika.

Il cantante, poi, non sì è mai riconosciuto in quel nome, proprio perchè era lo stesso di suo padre, che “è stato preso in ostaggio nella Guerra del Golfo e quando è tornato non era più papà, era Michael. Era cambiato. Da quel momento ho avuto una separazione della quale non sono stato cosciente“, ha raccontato a Mara Venier.

È dislessico e la sua forma di dislessia, gli causò qualche problema a scuola e nello studio: “Quando mi hanno cacciato da scuola, a 10 anni, mia madre (…) mi fece vedere un sacco di film sulle persone in prigione per spaventarmi e iniziò a farmi studiare musica“, ha raccontato il cantante a Vanity Fair.

Scrive musica

Sin da bambino, per sfogarsi, scrive di proprio pugno musica e parole delle sue canzoni: Angry è il titolo della prima canzone scritta a sette anni (sfortunatamente questo brano è ancora un inedito!). Leggi anche qui

MySpace

Arrivano poi gli anni di MySpace, che è stata la sua finestra virtuale verso il successo. Proprio sul web viene notato da un discografico che gli offre un contratto e la pubblicazione del primo singolo. La sua Grace Kelly conquista il primo posto nella hit parade di tantissimi paesi e sulla scia del successo pubblica l’album di debutto Life in Cartoon Motion.

In Italia è stato anche giudice del programma musicale X-Factor (fu il primo giudice internazionale di un talent show italiano) ed è stato ospite d’onore di Sanremo 2017 nel corso della seconda serata. Anche nel 2020 lo rivediamo sul palco dell’Ariston in qualità di ospite! Fonte: Il mattino

temi di questo post