Incidente stradale: tre morti e 4 feriti, di cui uno è grave

sei in  Italia

1 mese fa - 14 Agosto 2021

Incidente stradale: tre morti e 4 feriti, di cui uno è grave. Tre morti e tre feriti di cui uno grave. E’ il bilancio di un incidente stradale avvenuto nei pressi del ponte della statale 106 sul fiume Crati al confine tra i territori dei comuni di Cassano allo Ionio e Corigliano Rossano, in provincia di Cosenza.

Due le auto coinvolte nell’incidente frontale, una Mercedes e una Renault Clio. Sul posto la Polstrada di Rossano e Trebisacce, vigili del fuoco di Rossano, carabinieri e gli agenti della polizia municipale di Cassano.

La strada è stata temporaneamente chiusa in entrambe le direzioni e sono stata istituite deviazioni su strada provinciale. Sul posto sono presenti le squadre Anas per consentire il ripristino della regolare viabilità nel più breve tempo possibile.

Inizialmente i morti erano due poi uno dei feriti le cui condizioni erano più gravi è deceduto durante il tragitto in elisoccorso verso l’ospedale di Cosenza. All’interno dei veicoli coinvolti c’erano in totale 7 passeggeri.

Oltre all’elisoccorso, dopo lo schianto, sono intervenute anche 3 ambulanze e i vigili del fuoco che hanno operato per estrarre i feriti dalle lamiere contorte e dalle auto ridotte a rottami.

Maltrattamenti in famiglia, 65enne allontanato da casa

La polizia di Stato del Commissariato di Corigliano Rossano ha eseguito un’ordinanza di applicazione della misura del divieto di avvicinamento alle persone offese nei confronti di un sessantacinquenne, per maltrattamenti in famiglia.

Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Cosenza su richiesta della Procura. Nel corso di indagini della Polizia sono venuti alla luce anni di angherie perpetrate dall’uomo nei confronti della moglie.

La quale, non avendo una stabilità economica, ha sempre evitato di denunciare le violenze subite sia nei suoi confronti sia nei confronti dei figli, molti dei quali raggiunta la maggiore età hanno lasciato la casa familiare.

In una circostanza particolare, anni addietro, l’uomo, a seguito di una delle tante discussioni, avrebbe anche sferrato un colpo d’ascia alla consorte , colpendola all’altezza del cuore.

La donna era costretta a ricorrere alle cure dei sanitari, ma nascose le vere ragioni dell’accaduto giustificando il taglio causato dalla rottura di una vetrina. L’ultimo episodio risale al 9 agosto scorso.

In quella occasione il sessantacinquenne, dopo avere imbracciato una delle armi in possesso, aveva manifestato l’intenzione di utilizzarla contro il figlio. Solo l’intervento della moglie e della figlia aveva consentito di disarmarlo e di avvertire la Polizia e denunciare i fatti.

Incidente stradale: tre morti e 4 feriti, di cui uno è grave
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST calabria incidente Oggi