Insegnante trovata morta in casa, si ipotizza il suicidio

di redazione
2 settimane fa
11 Gennaio 2021

Insegnante trovata morta in casa, si ipotizza il suicidio. Quando il marito ha scoperto il suo corpo senza vita in casa, per Annarita Maresca, insegnante di Pietramelara, non c’era ormai più nulla da fare.

Ipotesi drammatica

L’ipotesi, secondo alcune testimonianze, è che l’insegnante si sia tolta la vita. E lo avrebbe fatto impiccandosi. A trovare il suo corpo è stato il marito, che ha immediatamente lanciato l’allarme, ma per la docente, che lavorava in una scuola di Baia e Latina, non c’è stato nulla da fare.

La città di Pietramelara, in provincia di Caserta, dove la famiglia è molto conosciuta, è sotto choc per quanto accaduto. Restano ignote le cause che l’avrebbero portata a compiere l’insano gesto.

Anche nella giornata di ieri è stato registrato, sempre in provincia di Caserta, un fatto simile. La tragedia poco dopo mezzogiorno a ridosso di Parco Primavera a Marcianise, in provincia di Caserta.

Una donna di 39 anni, Irene Maltempo, è stata trovata priva di vita all’interno della sua abitazione di via Guido Rossa. L’allarme è stato lanciato verso mezzogiorno.

Due ambulanze

Nell’area adiacente alla vecchia chiesa della Madonna della Libera sono giunte due ambulanze del 118; ma per la giovane purtroppo non c’è stato nulla da fare. Sulla tragedia indagano i carabinieri della Compagnia di Marcianise.

Stando ad una delle ipotesi degli inquirenti, all’origine del decesso ci potrebbe esserci un gesto estremo. Secondo le prime testimonianze, infatti, ci sarebbero segni compatibili con quelli dell’impiccagione.

Nel rione tutti la ricordano come un animo sensibile e ricco di interessi, in primis l’arte alla quale ha dedicato parte della sua vita. Aveva aperto negli anni scorsi un negozio nella zona di piazza Carità ed esponeva quadri.

Artista sensibile

La città di Marcianise è sconvolta dalla notizia della morte di Irene Maltempo, 39 anni. Irene era un’artista a tutto tondo, bravissima nel disegno e nella pittura. Esercitava anche l’attività di tatuatrice.

Aveva studiato presso l’Istituto statale d’arte ”San Leucio” e si era specializzata in Oil painting presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli.