Intossicati da funghi, si sentono male dopo cena e finiscono in ospedale

2 mesi fa
5 Agosto 2020
di redazione

Intossicati da funghi, si sentono male dopo cena e finiscono in ospedale. È accaduto nella tarda serata di ieri a San Valentino in Abruzzo Citeriore.

Protagonista un intero nucleo familiare composto da quattro persone, padre, madre, figlio e figlia rispettivamente di 58, 56, 26 e 17 anni.

I quattro la scorsa notte dopo le tre hanno accusato un malore e, scattato l’allarme sono soccorsi dai sanitari del 118.

Trasportati poi in ambulanza all’ospedale civile di Pescara dove si trovano in osservazione. Le loro condizioni non sembrano gravi.

Gli accertamenti sanitari faranno ulteriore chiarezza per risalire alle cause dell’accaduto.

Incendi L’Aquila: ora sotto controllo,in 200 per la bonifica

Questa mattina la situazione degli incendi dell’Aquila è sotto controllo. Le forti piogge di ieri hanno aiutato a domare le fiamme e per questo non è stato richiesto l’intervento dei Canadair.

A renderlo noto è il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi. Al momento sono in azione 100 Vigili del fuoco e 50 alpini del 9/o reggimento dell’Aquila per le operazioni di spegnimento e bonifica a terra, oltre a 58 unità di protezione civile.

Operativi anche funzionari e tecnici del Comune per fornire tutto il supporto necessario mentre un elicottero effettua lanci puntuali d’acqua sugli ultimi fumaioli.

Consiglio Abruzzo: salta esame modifiche legge urbanistica

Salta la discussione nella seduta proposta di modifica della legge urbanistica in programma nella seduta odierna del Consiglio regionale.

L’ultima prima della pausa estiva, sulla quale è divampata la polemica tra la maggioranza di centrodestra e le opposizioni di centrosinistra.

Secondo quanto si è appreso, ci sarebbe stato un accordo tra le parti sul rinvio a settembre dell’esame del pdl “Modifiche ed integrazioni alle leggi regionali n. 18/1983 e n. 11/1999 e misure urgenti e temporanee di semplificazione in materia urbanistica”.

“Faremo ostruzionismo forte per fermare un testo che apre al cemento e delegittima le regole.

Serve una legge organica, non una ‘sveltina’ post pandemica presentata in fretta e furia – avevano detto in una nota il capogruppo del Pd, Silvio Paolucci, e il consigliere regionale Antonio Blasioli.

Si annuncia invece maretta, sempre tra maggioranza ed opposizione di centrosinistra sul pdl sulle disposizioni in materia di assunzioni di personale delle aziende del sevizio sanitario regionale, che mira a stabilizzare in precari nelle Asl, compresi gli interinali e coloro che sono dipendenti di cooperative.

Il centrosinistra contesta variazioni da parte dell’assessore regionale alla Salute Nicoletta Verì. Si stima che siano circa 2mila i lavoratori interessati.

temi di questo post