La dieta proteica serve davvero a perdere peso?

1 mese fa
9 Luglio 2020
di redazione

La dieta proteica serve davvero a perdere peso? La dieta proteica è nota per essere il programma dimagrante più utilizzato da chi vuole perdere peso velocemente, sceglie il fai da te per rimettersi in forma o ha bisogno di aumentare la massa muscolare, magari perché patito del culturismo. Purtroppo, per quanto sia efficace, ha anche numerose controindicazioni.

Tanta voglia di dimagrire e un’unica certezza: mangiare proteine. La dieta proteica si è fatta un nome tra i regimi alimentari per perdere peso, perché permette un dimagrimento abbastanza rapido sfruttando le riserve energetiche presenti nel corpo. Ovviamente, non sono tanto le proteine che fanno smaltire i chili di troppo, ma è l’evitare o il ridurre l’assunzione di carboidrati. Come funziona esattamente questo meccanismo?

La dieta proteica, nota anche come dieta iperproteica, si basa principalmente sul consumo di proteine (di origine animale o vegetale) e la riduzione (in alcuni casi come per la Plank) dei carboidrati e degli zuccheri. Serve per dimagrire? Ovviamente sì. Quello però che è importante ricordarsi, è che si può perdere peso anche seguendo strade più salutari.

Non c’è dunque bisogno, in assenza di problemi di salute, quali diabete, allergie o intolleranze, di eliminare completamente dei nutrienti. E magari esporsi al rischio di gravi carenze nutrizionali. È sufficiente ridurre i consumi di alcuni cibi, a favore di altri, fare attività fisica e soprattutto dare tempo al proprio fisico di tarare il proprio metabolismo su un regime ipocalorico ma nutrizionalmente completo.

Come funziona

La dieta proteica funziona secondo un principio molto semplice: se il corpo non assume zuccheri o carboidrati perderà acqua e utilizzerà le riserve energetiche, dunque il grasso immagazzinato, per svolgere le attività quotidiane. In sintesi, ciò vuol dire smaltire i chili di troppo. Il compito delle proteine è quello di contribuire alla costruzione dei tessuti e al funzionamento degli organi e del sistema immunitario. Solo in piccola parte, lavorano per produrre energia. Per seguire una dieta proteica devi quindi ridurre i carboidrati circa al 5-10%, mentre l’apporto di grassi può arrivare a superare il 70% e quello delle proteine può raddoppiare arrivando al 20-25% delle calorie totali. LEGGI NOTIZIE DI CRONACA

I vantaggi

I vantaggi della dieta proteica sono numerosi. Il primo tra tutti è quello di riuscire a perdere peso in tempi abbastanza rapidi, grazie al meccanismo noto come TID, ovvero Termogenesi Indotta dalla Dieta. Inoltre le proteine ti permettono di:

  • sentirti sazio più a lungo
  • evitare i picchi glicemici
  • mantenere una buona massa muscolare
  • consumare più grassi
Le controindicazioni

Purtroppo le controindicazioni superano i vantaggi e mettono davvero a rischio la salute. È dunque molto importante non scegliere mai una dieta proteica fai da te, ma farsi seguire da un nutrizionista, soprattutto se sei uno sportivo o sei ancora in una fase di crescita. I rischi delle low carb sono:

  • Carenze nutrizionali
  • Carenze di fibre e di conseguenza intestino pigro
  • Riduzione dei depositi di glucosio (glicogeno) del fegato, utilizzati per mantenere un normale livello di glucosio nel sangue
  • Aumento dei livelli di colesterolo LDL
  • Affaticamento epatico
  • Aumento del rischio cardiovascolare
  • Depressione
  • Chetoacidosi
  • Alterazione della flora batterica intestinale
  • irritabilità
  • problemi a dormire
  • nausea
  • alitosi
Non bisogna mai esagerare con le proteine?

“Mai, anche quando se ne vuole sfruttare le proprietà, non bisogna mai assumerne di più. È vero che saziano ma non ci si può basare sul senso di sazietà per impostare la propria alimentazione, bisogna rispettare il fabbisogno. L’indicazione è di 1grammo per chilo ideale di peso. Se peso 100 kg, ma il mio peso forma è di 60 chili, non devono assumere 100 grammi di proteine ma 60 grammi. Ciò deve far capire che le diete proteiche non si improvvisano, bisogna andare da un esperto di proteiche. È sconsigliato fare il fai da te”. Fonte: OHGA

temi di questo post