La Puglia partecipa al regalo di nozze per i giovani sposi

1 mese fa
21 Maggio 2020
di redazione

Puglia partecipa al regalo di nozze per i giovani sposi. Il governatore della regione, Michele Emiliano, ha aperto la videoconferenza del Tavolo di lavoro sul sostegno al settore wedding con queste parole.

“Convincere le persone a non rimandare il matrimonio all’anno prossimo, potrebbe essere importante. Se noi riuscissimo a gestire un aiuto concreto alle coppie che si vogliono sposare, inducendole a fare l’investimento generale, sarebbe perfetto e auspicabile. Insomma anche la Regione Puglia partecipa al regalo di nozze per i giovani sposi”. “

Ha poi aggiunto, “Noi dobbiamo verificare se le regole si adattano o non si adattano alla nostra realtà economica. Il nostro obiettivo è adattare le regole ai nostri territori e alla nostra realtà, in modo tale che funzionino”.

Il presidente ha interloquito con oltre 60 persone del settore wedding, della ristorazione e dell’entertainment. Da segnalare inoltre la formazione da parte dell’associazione Wedding Planner Puglia di un gruppo di formazione e tutela del settore chiamato Puglia Wedding Productions.

Il comunicato stampa

“L’iniziativa, subito condivisa con oltre 150 fornitori della wedding industry pugliese intende dare voce a tutti quegli operatori che, oltre a essere un’eccellenza della nostra regione, rappresentano un’industria strategica per la nostra economia, se si considera tutto l’indotto che lavora all’organizzazione dei ricevimenti.

Che non sono solo locali, visto il volume d’affari sempre più interessante proveniente dalla scelta della Puglia come wedding destination, sia per le coppie che vivono all’estero sia per quelle che provengono da altre regioni d’Italia.
Il progetto vede coinvolti i professionisti appartenenti alle diverse categorie della filiera con l’unica condizione che operino nella legalità e che il loro fatturato provenga almeno in parte dai matrimoni.

Ogni categoria si è impegnata a fornire idee, criticità, necessità specifiche del settore di appartenenza, al fine di esprimere il punto di vista di chi opera praticamente sul campo, e di contribuire allo sviluppo di protocolli operativi per la ripresa delle attività e per la tutela del sistema.
La sensazione è che da una minaccia seria come quella del coronavirus sia nata un’opportunità concreta, quella di far ripartire l’industria del wedding.

Affinché l’organizzazione dei matrimoni sia sempre più volano dell’economia della nostra regione e manifesto della bellezza della nostra terra. ”

Alessandro Pallavicini

temi di questo post