La Turchia ha cominciato a espellere i foreign fighters dell’ISIS

La Turchia ha cominciato a espellere i foreign fighters dell’ISIS

11 Novembre 2019

di Redazione L'inserto

La Turchia ha reso noto di aver cominciato a espellere parte dei foreign fighter dello Stato Islamico, o altri detenuti collegati al gruppo terroristico, tra le centinaia che ha in custodia, come aveva annunciato di voler fare la scorsa settimana. I primi sono stati un tedesco e uno statunitense: non è chiaro dove siano stati trasferiti, ma la Turchia aveva detto di volerli rimpatriare nei loro paesi di origine, anche se questi avevano tolto loro la cittadinanza. Secondo i piani annunciati, nei prossimi giorni saranno espulsi altri 23 foreign fighter, tutti europei, tra cui due irlandesi, nove tedeschi e undici francesi. La Turchia vorrebbe rimpatriare circa 2.500 stranieri, che rappresentano da anni un problema molto noto per i governi europei.

Dopo l’offensiva militare nel nord della Siria contro i curdi siriani, la Turchia ha detto di aver preso in custodia 287 persone sospettate di essere affiliate con l’ISIS, comprese donne e bambini. L’operazione aveva generato molte preoccupazioni nella comunità internazionale per il rischio che gli attacchi turchi consentissero la fuga di alcuni delle migliaia di miliziani dell’ISIS detenuti nelle carceri curde, cosa effettivamente successa.

Beautiful: fan scioccati per la morte di Finn Nozze Kourtney Kardashian e Trevis Barker: una notte epica Uccide il marito e lo nasconde per tredici giorni Tony May, morto il re della cucina italiana a New York Royal Family terremoto: “Stanno preparando i fogli per il divorzio” Svezia violato spazio aereo da caccia russi con armi nucleari
leggi articoli di  Mondo
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Mondo Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST foreing fighters Oggi turchia