Litiga con la moglie e la uccide, omicidio nel veneziano

Episodio a Concordia Sagittaria, vittima è nigeriana
di redazione
1 mese fa
16 Gennaio 2021

Litiga con la moglie e la uccide, omicidio nel veneziano. Un migrante di origini nigeriane ha ucciso nel pomeriggio la moglie, una connazionale, a Concordia Sagittaria, un comune italiano in provincia di Venezia.

Il delitto è avvenuto con una arma da taglio al termine di una discussione. A chiamare i Carabinieri sono stati i vicini, allarmati dalle urla. I figli minori della coppia, che avrebbero assistito al delitto, sono stati affidati ai servizi sociali.

Rubano auto a malata sclerosi ma la restituiscono con scuse

“Anche noi abbiamo un cuore. Scusateci, non sapevamo della vostra patologia. Scusateci ancora”, firmato “i ladri”. E’ il biglietto lasciato da ladri di buon cuore sul sedile di un’auto speciale per disabili.

Era stata rubata nei giorni scorsi nel parcheggio dell’ospedale Di Venere di Carbonara (Bari) e oggi è stata ritrovata dai carabinieri a Valenzano. L’auto appartiene alla famiglia di una donna barese affetta da sclerosi multipla.

E’ il suo unico mezzo per muoversi indipendentemente, è attrezzato con una carrozzina e una pedana per il trasporto disabili. L’appello lanciato dopo il furto sui social è diventato virale arrivando fino ai ladri.

A dare notizia del ritrovamento dell’auto e del bigliettino è stata la figlia della donna che ieri nel suo appello sui social aveva scritto: “Mettetevi una mano sul cuore e ridatecela”. “Grazie a tutti per averci aiutati” scrive oggi, allegando la foto del biglietto scritto dai ladri e trovato sul sedile.

Maltempo: danneggiata da pioggia rupe di Tropea

La pioggia incessante che non ha dato tregua negli ultimi giorni in tutto il vibonese ha finito col provocare danni. E a farne le spese è stata la caratteristica rupe di Tropea, che in vari punti è stata interessata da smottamenti di terreno che sono precitati sulla carreggiata.

A rilevare il pericolo è stata la Protezione civile che ha monitorato tutto il territorio comunale intervenendo dove si é reso necessario. In accordo con la polizia municipale è stato chiuso al transito automobilistico tutto il lungomare.

Chiuso perché invaso in diversi punti da detriti e fango, ma anche da piccoli massi. Al momento possono transitare solo i residenti che, con cautela, sono autorizzati a raggiungere le rispettive destinazioni.