Morto il bimbo di 4 anni che era stato schiacciato da un vaso di marmo

di  Redazione
2 anni fa - 20 Ottobre 2019

Dramma a Caramagna Piemonte, in provincia di Cuneo, dove è morto Vittorio Cela. Il bimbo di 4 anni che ieri era stato letteralmente schiacciato da un vaso di marmo mentre giocava nel cortile di casa della nonna. Trasportato d’urgenza al pronto soccorso, le sue condizioni sono subito apparse critiche. Inutili si sono rivelati i tentativi di medici e sanitari di tenerlo in vita: il piccolo è deceduto al termine di un complicato e lungo intervento chirurgico a cui è stato sottoposto al Regina Margherita di Torino, ma è stato tutto inutile. Il pesante oggetto di arredamento gli era infatti piombato addosso intrappolandolo e provocandogli un gravissimo trauma toracico.

Il fatto

L’incidente si è verificato ieri, intorno alle 4 del pomeriggio. Il bambino stava giocando nel cortile di casa della nonna quando gli è caduto addosso il pesante vaso. È stato subito lanciato l’allarme e dalla centrale operativa dell’emergenza sanitaria di Saluzzo è stata inviata un’ambulanza. Data la gravità della situazione, il piccolo è stato trasportato con l’elicottero del 118 a Torino, all’ospedale infantile Regina Margherita, dal momento che non riusciva a respirare e aveva conati di vomito. Per tutta la notte i medici hanno tentato di stabilizzarlo ma all’alba, al termine di una lunga operazione, il suo cuore ha smesso di battere. La famiglia di Vittorio è molto conosciuta in paese. La nonna di Vittorio, infatti, è contitolare della Golden Car di Caramagna. Lascia la mamma Marzia e il papà Michele Cela. Non sono ancora note le date dei funerali. Tutta la comunità è molto scossa dall’accaduto. Tutti si stringono alla famiglia in religioso silenzio, perché una tragedia così grande sarà difficile da superare, non solo per la famiglia per l’intera comunità.

Morto il bimbo di 4 anni che era stato schiacciato da un vaso di marmo
CONTINUA LA LETTURA
Homepage cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST bimbo cronaca cuneo feautured morte