Napoli nel caos, a gennaio sarà rivoluzione: sette ‘senatori’ finiscono sul mercato

di  Redazione
2 anni fa - 12 Novembre 2019

Dopo l’ammutinamento e lo scontro tra squadra e società, il Napoli si prepara ad una clamorosa rivoluzione, già dal prossimo mercato di gennaio. Il presidente Aurelio De Laurentiis, furioso per quanto accaduto la scorsa settimana, avrebbe deciso di mettere sul mercato ben sette giocatori, tutti componenti ‘storici’ della rosa.

VIA I ‘SENATORI’ In vendita, già a gennaio, potrebbero finire sette giocatori che hanno fatto le fortune recenti del Napoli. Si tratta di sette giocatori indispensabili per i partenopei, ma che sono stati tra i protagonisti dell’ammutinamento della scorsa settimana, con la decisione di lasciare il ritiro imposto dal club. Se Elseid Hysaj e Faouzi Ghoulam non appaiono più giocatori irrinunciabili, anche per via della concorrenza di Di Lorenzo e Mario Rui, gli altri cinque nomi finiti sul mercato sono tutti pesantissimi: Lorenzo Insigne, Kalidou Koulibaly, Dries Mertens, Allan e José Maria Callejon. Ad ogni modo, il Napoli sembra disposto a trattare solo le cessioni di Hysaj e Ghoulam nella prossima sessione di mercato, a meno che non si riescano a trovare adeguati sostituti già a gennaio.

LA STRATEGIA PER GENNAIO Hysaj e Ghoulam, non più titolari inamovibili, sono ufficialmente sul mercato e potrebbero partire già a gennaio. La strategia di Aurelio De Laurentiis e Cristiano Giuntoli appare chiara: vendere i giocatori in esubero e tentare contestualmente di rinforzare la rosa con elementi di qualità e di sicuro futuro. Chi sicuramente ha più mercato sono gli altri ‘senatori’, anche se il Napoli vorrebbe privarsene solo dalla prossima estate.

MERTENS E KOULIBALY RICHIESTISSIMI Anche se destinati a lasciare il Napoli nella prossima estate, i top player dei partenopei fanno già gola a mezza Italia e non solo. I più richiesti sono senza dubbio Dries Mertens e Kalidou Koulibaly: il belga è richiestissimo in Italia (Roma, Inter, Juventus e Milan su tutte), mentre il centrale senegalese piace molto all’estero (soprattutto in Premier League). Anche Allan, Insigne e Callejon potrebbero interessare diverse squadre in tutta Europa, ma con una situazione paradossale: il Napoli è disposto a cederli, ma sarebbe pronto a privarsene già a gennaio solo di fronte a offerte irrinunciabili. Anche perché cinque giocatori del genere non si trovano facilmente nel mercato di riparazione.

GLI OBIETTIVI DI MERCATO DEL NAPOLI Nell’ottica della rivoluzione preannunciata, il Napoli si guarda intorno alla ricerca di nuovi innesti. Per sostituire Ghoulam e Hysaj, il primo obiettivo è quello di Timothy Castagne, laterale belga dell’Atalanta. Difficile, però, che i bergamaschi decidano di privarsi di una pedina così importante già a gennaio e favorendo una diretta rivale per la corsa Champions. Per questo, secondo CalcioNapoli24, si considerano delle alternative, come Rayan Ait-Nouri (18enne dell’Angers) e Jordan Amavi (25enne del Marsiglia).
A centrocampo, invece, sul taccuino di Giuntoli dovrebbe esserci il 21enne norvegese Sander Berge del Bruges. Come riporta la Gazzetta dello Sport, il Napoli è seriamente intenzionato a prenderlo già a gennaio e si monitora anche Alejandro Grimaldo, terzino spagnolo classe 1995 del Benfica.
Il sogno, però, è in attacco: resta calda la pista che porta a Zlatan Ibrahimovic, che potrebbe arrivare se Carlo Ancelotti dovesse restare sulla panchina del Napoli. Il nome più suggestivo, però, è quello di Erling Haland, 19enne centravanti del Salisburgo e della nazionale norvegese, attuale capocannoniere della Champions League con sette gol in quattro partite: per prenderlo, però, servono almeno 40 milioni di euro e occorre battere sul tempo la concorrenza di tutte le big europee.

Napoli nel caos, a gennaio sarà rivoluzione: sette ‘senatori’ finiscono sul mercato
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Sport Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST
calciomercato napoli