Orietta Berti: quel No che le ha cambiato al vita e la carriera

di  Redazione
4 settimane fa - 2 Luglio 2021

Orietta Berti: quel No che le ha cambiato al vita. Il trio più improbabile dell’estate. Passi per Fedez e Achille Lauro, ma Orietta Berti ha l’aria dell’imbucata con i suoi capelli cotonati in mezzo a tutti quei tatuaggi. Eppure è un successo.

Mille è in vetta alle classifiche dei singoli più venduti da due settimane consecutive; il video svetta tra i più visualizzati in Italia su YouTube: «Non avrei mai pensato un giorno di essere la più vista su YouTube — ride Orietta Berti.

Ma nemmeno Fedez e Achille si aspettavano che questa canzone avesse un impatto così grande su generazioni così diverse. A Fedez l’ho detto: avessero preso una ventenne a cantare con loro era una cosa normale

Invece con me fa tutto un altro effetto, ha un altro sapore. Anche il trio, rispetto al duetto, è stata una scelta più originale. Una volta si vedevano i dischi fisici, adesso si vendono in un’altra forma, però oh… va bene così».

La svolta della carriera?

«La mia più grande fortuna è stata conoscere un discografico come Giorgio Calabrese. Da ragazza di provincia senza mezzi finanziari e di comunicazione (per fare le telefonate dovevo andare al bar del paese) mi ha fatto diventare una cantante popolare.

Il mio successo lo devo a lui. E al pubblico. Non fu facile. C’era questo pensiero che fare la cantante non era un lavoro né dignitoso, né prestigioso. Mentre adesso si sono capovolte le situazioni, il mestiere è molto più considerato. Anche se questo lavoro è un esame continuo, non sei mai arrivato, ricominci sempre da capo».

Lei quanto la allena Orietta Berti?

«Sempre, tutti i giorni, è un muscolo da tenere sempre in movimento. Mi metto le cuffie mentre mi occupo dei miei animali. Ho nove gatti in casa, due molossi e due pesci. I gatti non li faccio uscire, alcuni me li hanno rubati, altri non sono tornati, in casa stanno bene. Sono loro i padroni».

Il suo trucco per la voce Orietta Berti?

«Il peperoncino. Lo compro a Vasto quando è la stagione, quelli piccantissimi fanno bene alla voce. È come prendere il cortisone, che però a me fa ingrassare e non va bene. Il peperoncino, oltre a essere un concentrato di vitamina c, pulisce le corde vocali, la voce esce cristallina. L’ho sempre usato».

Orietta Berti Se non avesse fatto la cantante?

«Mi sarebbe piaciuto fare la maestra d’asilo. Mia mamma invece mi diceva sempre che se le cose non fossero andate bene potevo entrare nella pesa pubblica che gestiva lei a Cavriago. Una volta tutte le merci passavano per forza da quella bilancia

Mia mamma aveva sempre tanto lavoro: pesava animali, maiali, mucche, foraggi, frumento, un via vai di autotreni nella piazza. Ma a me non piaceva, andar lì dalla mattina presto alla sera tardi. Adesso è ancora lì la pesa, è diventata un’antichità da andare a vedere». Fonte CDS

Orietta Berti: quel No che le ha cambiato al vita e la carriera
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST featuredù Orietta Berti