Orrore del rapper Fratellì: “Sputi in faccia, sprangate per 15 minuti.”

di redazione
2 settimane fa
27 Marzo 2021

Orrore del rapper Fratellì: “Sputi in faccia, sprangate per 15 minuti.”. Questa volta il rapper “1727worldstar” l’ha combinata grossa. A svelare tutto è la sua ex fidanzata Simona Vergaro che a Le Iene ha parlato di quanto accaduto.

Nella puntata di venerdì 26 marzo del programma di Italia Uno. L’ex attrice porno ha ripercorso gli anni passati a fianco dell’influencer: “Mi sembrava sincero, ed è stato questo che mi ha fatto innamorare”.

Poi però il ragazzo, dopo il video “Ho preso il muro fratellì”, è diventato famoso e ha iniziato a mettere in piedi uno store online che si è rivelata essere una truffa. Ma le bugie nella vita di Algero Corretini (questo il nome di “Fratellì”) non sono finite. Mesi fa il suo volto era finito su Chi l’ha visto? come un caso di scomparsa.

Una messinscena, l’ha descritta l’ex

“Era quello che voleva e io l’ho accontentato. Mi dispiace perché lui non era stupido, ma certo aveva molti problemi con le donne”, ha detto tra le lacrime. Tanti infatti gli episodi di violenza. “Mi ha fatto sentire una persona sbagliata, che ero una persona di me*** che meritavo gli sputi in faccia, ma ero innamorata, quindi”.

La prima volta che Fratellì l’ha picchiata è stata ad agosto: “Io stavo per perdere i sensi. Io sono arrivata a non mangiare, avevo l’ansia, avevo paura, da tre anni fa a questa parte non ci ho capito nulla”. Poi l’influencer ha oltrepassato i limiti.

Nella testimonianza alle Iene Simona ha ricordato quando “una mattina lo trova sveglio davanti al letto furioso e la picchia. Poi ha preso il telefono e ha chiamato il padre. Mi ha umiliato, poi mi ha detto di aspettare nel letto e mi ha picchiato con una spranga per 15 minuti”.

Mentre si consumava la terribile violenza Simona è riuscita a mandare un vocale alla madre che è arrivata in casa e ha allertato i carabinieri e l’ambulanza. In quel momento è arrivata anche la famiglia di lui: “Ma al posto di chiedere cosa fosse successo, ha detto “chi ha chiamato i carabinieri, qui c’è un infame”. Fonte Libero

L’Oroscopo di oggi 27 marzo 2021, segno per segno

Gli astri sono sempre in movimento e noi dell’Inserto li seguiamo per voi! Riportiamo l’oroscopo di Paolo Fox, considerato uno dei più bravi nel realizzare l’oroscopo, che quotidianamente espone in tv o in radio. Ecco cosa prevede Fox per la giornata di oggi.

ARIETE

Cari Ariete, è il momento di lasciarvi per qualche ora, e forse anche per qualche giorno, le preoccupazioni alle spalle e cercate di vedere solo il bicchiere mezzo pieno. Avete infatti troppi pensieri per la testa. Tutta questa negatività sta alterando voi stessi e tutti i vostri rapporti, da quelli sentimentali a quelli professionali.

TORO

Cari Toro, secondo l’oroscopo di Paolo Fox di oggi 27 marzo 2021, il consiglio è quello di dedicarvi completamente ai vostri hobby e passioni, che ultimamente avete trascurato. L’armonia psicofisica è quella che state cercando e mantenendo in questi giorni lunghi e difficili. Fate stare in pace anche chi vi sta accanto mantenendo un atteggiamento propositivo.

GEMELLI

Cari Gemelli, durante la giornata di oggi 27 marzo 2021 sarete stanchi, stressati e nervosi, e le circostanze intorno a voi certo non aiutano a migliorare il vostro umore. Non c’è una soluzione istantanea, ma dovete lavorare sul vostro e per il vostro benessere. Insomma, mantenete la calma.

CANCRO

Cari Cancro, secondo l’oroscopo di Paolo Fox la giornata di oggi sarà affollata di preoccupazioni, soprattutto per quanto riguarda la vostra situazione amorosa. Dubbi e perplessità sono arrivati a scombussolare i vostri progetti futuri, ma se l’hanno fatto forse c’è un perché e dovreste ascoltare di più questa vostra infelicità latente.

LEONE

Cari Leone, siete nervosi e agitati, non riuscite a farvi andare giù certi atteggiamenti del partner, quindi un litigio segue ad un altro già da qualche settimana. Cercate di ritrovare un equilibrio prima con voi stessi e poi con chi vi sta intorno. Provate a parlarvi e a chiarire: c’è sempre una soluzione. Continua a leggere qui

Temi di questo post