Orrore in casa, mamma uccide la figlia di 3 anni a martellate

1 mese fa
22 Ottobre 2020
di redazione

Orrore in casa, mamma uccide la figlia di 3 anni a martellate. Una bimba di soli tre anni è stata uccisa in casa sua a colpi di martello dalla persona di cui più si fidava e che avrebbe dovuto occuparsi di lei, la mamma.

L’orribile tragedia nel villaggio di Kirovgrad, nell’Oblast di Sverdlovsk dove la polizia nei giorni scorsi ha arrestato la donna, Natalia Petunina.

A fare la macabra scoperta è il marito della donna e padre della piccola. È sempre lui a chiamare i soccorsi per cercare di salvare la figlioletta. Leggi qui

Ma purtroppo ogni sforzo per salvarle la vita si è rivelato inutile, i paramedici intervenuti sul posto ne hanno solo potuto accertare il decesso.

La terribile scoperta infatti è avvenuta solo diversi minuti dopo il fatto, quando il padre della bimba è rientrato in casa dal lavoro.

Nel pomeriggio di venerdì scorso, e ha trovato la piccola a terra in una pozza di sangue. Vicino a lei c’era ancora il martello insanguinato usato dalla madre per ucciderla.

Sul posto anche la polizia che ha subito avviato le indagini e accusato la madre

L’unica presente in casa al momento del fatto e che poco dopo ha cercato di uccidersi ingerendo una massiccia dose di antidepressivi.

Dalle prime analisi post mortem sul corpo della bimba effettuate dal medico legale, è emerso che la piccola per le numerose ferite al capo dopo essere stata colpita più volte con un martello in testa.

La madre ora è piantonata in ospedale dove è ricoverata.

“Rendendosi conto di quello che aveva fatto, la madre ha cercato di togliersi la vita” ha spiegato la polizia locale. I familiari hanno confermano che soffriva di depressione e che assumeva antidepressivi. Fonte Fanpage