Italia

Padova, lascia auto accesa con il figlio dentro: ladri la rubano, padre trascinato per alcuni metri

di  Redazione  -  7 Dicembre 2019

Padova, lascia auto accesa con il figlio dentro: ladri la rubano, padre trascinato per alcuni metri. Poteva finire in tragedia il tentativo di furto d’auto andato in scena venerdì sera a Candiana e conclusosi con l’arresto di tre pregiudicati di etnia rom. La rocambolesca fuga è terminata poco dopo quando il bandito ha tamponato l’auto dei complici segnandone la resa. Subito dopo, i malviventi sono stati arrestati.

A Candiana, in provincia di Padova, tre uomini di etnia rom hanno rubato un’auto con un bambino  di 8 anni a bordo. Il padre avrebbe lasciato la vettura accesa con il figlio dentro per prendere un altro bimbo al campo sportivo. I ladri ne hanno quindi approfittato per rubarla, trascinando il padre che tenta disperatamente di aggrapparsi alla vettura. Nella fuga l’uomo al volante si è scontrato con l’auto dei complici. I tre sono quindi fuggiti a piedi per poi essere arrestati.

Il tentativo di fuga col bambino a bordo

Secondo le ricostruzioni, il gruppo formato da un ventiseienne, un ventitreenne e un diciannovenne è arrivato in via Rialto a bordo di una Fiat Punto. Lungo la strada si è accorto che un  un quarantaduenne, operaio del posto, aveva lasciato una Peugeot 307 parcheggiata e aperta per una manciata di minuti. L’azione è durata una manciata di secondi: il ventitreenne è sceso dalla Punto salendo al posto di guida della Peugeot e ha ingranato la marcia. Il proprietario, accortosi del furto, si è lanciato all’inseguimento a piedi, aggrappandosi alla portiera e venendo trascinato per alcuni metri. Dentro l’abitacolo infatti c’era il figlio piccolo.

L’arresto dei tre ladri, padre e figlio stanno bene

La fuga è terminata poco dopo quando il bandito ha tamponato l’auto dei complici. A quel punto i ladri sono fuggiti a piedi, ma sono stati arrestati dai Carabinieri e trasportati al carcere Due Palazzi. Il bambino, impietrito nel posto posteriore dell’abitacolo, è rimasto illeso. I malviventi sono risultati tutti ubriachi e dopo l’arresto sono finiti in carcere, mentre padre e figlio sono stati visitati al pronto soccorso, ma fortunatamente non hanno riportato nulla di grave.