Padre biologico rapisce il figlio alla famiglia affidataria

sei in  Italia

4 settimane fa - 31 Agosto 2021

Padre biologico rapisce il figlio alla famiglia affidataria. Un ragazzino di 14 anni è stato rapito in modo rocambolesco ad Afragola, comune in provincia di Napoli.

Stando a una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, sembrerebbe che il quattordicenne fosse al centro di una contesa tra il padre biologico e quello adottivo.

Il minorenne si trovava in via Amendola, vicino a una gelateria, intorno alle 19 di ieria sera quando è stato avvicinato dal primo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che stanno raccogliendo tutti gli elementi per cercare di chiarire la dinamica.

Il 14enne si trovava in gelateria con i genitori affidatari

Sulla base delle prime informazioni, sembrerebbe che il 14enne sia stato ospite di una casa famiglia insieme ad altri due fratellini. Tutti e tre sarebbero tolti ai genitori biologici.

I ragazzini sarebbero poi dati in adozione ad una famiglia. Questa sera si trovava in gelateria con i genitori affidatari; forse per festeggiare il compleanno, quando sarebbe salito a bordo dell’auto del padre biologico – che lo stesso conosce – e si sarebbe allontanato.

Attivate le ricerche in tutta la provincia

Sulla base di una prima ricostruzione, probabilmente si tratterebbe di un modo dell’uomo – originario della Serbia – di riprendersi il figlio. L’uomo che si trovava in una macchina Fiat si sarebbe fermato a forte velocità; e avrebbe tirato a sé tutti i bimbi riuscendo poi a trattenerne solo uno.

Il padre adottivo è andato immediatamente a sporgere denuncia alla caserma dei Carabinieri. Intanto le ricerche sono attivate in tutta la provincia Nord di Napoli e i militari stanno cercando di fare chiarezza su quanto è accaduto.

Whirlpool: sindacati, intervengano Orlando e Giorgetti

Le organizzazioni sindacali Fiom, Fim e Uilm mercoledì mattina si riuniranno in assemblea con i lavoratori della Whirlpool “per decidere tutte le iniziative a supporto della vertenza, sia in ambito locale che fuori dalla regione Campania.

A partire dal coinvolgimento delle istituzioni locali, che, in questa fase, devono supportare più di prima le istanze sindacali per evitare la conseguente drammatizzazione della vicenda a seguito dei licenziamenti”.

“Visti gli impegni assunti direttamente dal presidente del Consiglio Mario Draghi; e dai massimi livelli di tutte le forze politiche anche in Parlamento – spiegano al termine di un incontro in videoconferenza con l’azienda – richiediamo un coinvolgimento diretto.

Sia del ministero del Lavoro, nella persona del ministro Orlando, che del ministero dello Sviluppo Economico nella persona del ministro Giorgetti, per i propri ambiti di competenza e l’attivazione della cabina di regia a Palazzo Chigi per la mancata attivazione delle 13 settimane Covid, come previsto dall’avviso comune sullo sbocco dei licenziamenti”.

“Dopo più di due anni la vertenza Whirlpool deve trovare una soluzione all’altezza degli impegni sottoscritti e ribaditi più volte da tutti gli attori istituzionali”, concludono.

Padre biologico rapisce il figlio alla famiglia affidataria
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST afragola Oggi padre